«Attenzione, le sono caduti 50 euro» Ma è una truffa, stavolta al bancomat

«Attenzione, le sono caduti 50 euro»
Ma è una truffa, stavolta al bancomat

L’anziano viene distratto nel momento clou del prelievo di denaro, poi subito fatto sparire. A volte «captati» anche i codici pin, per furti di decine di migliaia di euro. Questi colpi sempre di venerdì o di sabato.

Non solo in casa delle vittime, dove gli anziani sono più vulnerabili perché colpiti nel loro ambiente familiare. I truffatori colpiscono spesso anche fuori: per la strada, oppure agli sportelli automatici delle banche o delle poste, con la preferenza per quelli che si «affacciano» direttamente sulla strada, senza stanzino nel quale accedere. La tecnica è, purtroppo, anche in questo caso consolidata. E le vittime sono state numerose nella Bergamasca, ma anche nel resto d’Italia. Le regole di questi truffatori sono essenzialmente tre. Primo: confondere la vittima; secondo: agire il più velocemente possibile; terzo: darsi alla fuga altrettanto rapidamente dopo aver arraffato il bottino.

Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 16 maggio 2018

© RIPRODUZIONE RISERVATA