Automobilisti al volante con il cellulare Pattuglia in borghese ne multa 68

Automobilisti al volante con il cellulare
Pattuglia in borghese ne multa 68

Per pizzicare automobilisti al volante con il cellulare, dall’inizio dell’anno la polizia locale di Bergamo ha organizzato degli specifici servizi con pattuglie in borghese. E nei primi tre mesi dell’anno sono stati sanzionati 68 automobilisti.

Circolando in auto o passeggiando a piedi nel centro cittadino non è difficile imbattersi in loro. Gente che, alla guida di auto o furgoni, non si fanno problemi a usare lo smartphone senza auricolari o vivavoce dell’auto. Questo benché il Codice della strada lo vieti severamente e la normativa in materia sia stata ulteriormente inasprita solo pochi mesi fa.

«Il fenomeno – spiega la comandante della polizia locale Gabriella Messina – è purtroppo diffuso, nonostante esistano apparati come il vivavoce che permettono di evitare l’utilizzo del cellulare. Per la polizia locale è comunque difficile cogliere in flagranza il conducente che utilizza il cellulare, perché solitamente, alla vista di una pattuglia, si evita di farsi trovare con il telefonino in mano. Proprio per questo abbiamo pensato di organizzare questa serie di servizi con auto senza colori».

Ma quale multa hanno portato a casa i 68 automobilisti sanzionati? Le contravvenzioni vanno da 161 fino a 647 euro, con decurtazione di 5 punti dalla patente. Non solo. Se nei due anni successivi il primo verbale lo stesso conducente viene multato di nuovo per la stessa ragione ed è dunque recidivo, la sua patente gli viene sospesa da uno a tre mesi.


Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 10 aprile

© RIPRODUZIONE RISERVATA