Bergamo, allarme minori Crescono le richieste di aiuto

Bergamo, allarme minori
Crescono le richieste di aiuto

Sono 1.477 i casi seguiti quest’anno dai Servizi sociali. Sale la spesa per l’accoglienza nelle strutture. L’assessore Marchesi: «Crisi economica e fragilità familiari, sono aumentati anche i nuclei che aiutiamo a domicilio»

Sono sempre di più i minori che hanno bisogno di tutela e a cui il Comune di Bergamo ha dato risposta. Nel 2016 sono stati 1.420 i casi seguiti dai Servizi sociali (di cui 694 con provvedimento del Tribunale), numero che nel 2017 è salito a 1.477 (di cui 677 con provvedimento del Tribunale). Ma la casistica che più ha inciso dal punto di vista sociale, ma soprattutto delle coperture finanziarie del servizio è quella relativa ai minori e alle madri che sono stati accolti in strutture d’accoglienza: 161 i casi seguiti quest’anno.

Parliamo di madri sole, minori con madri oppure minori soli. Le ragioni che portano a questa delicata situazione sono diverse, «su cui incidono alcuni fenomeni sociali, come gli sfratti e l’impossibilità di mantenere i propri figli, interventi del Tribunale, adolescenti a rischio seguiti anche dalla neuropsichiatria o violenze in famiglia che portano le madri e i figli ad essere accolti in queste strutture dopo la denuncia alle autorità» spiegano le assistenti sociali del Comune di Bergamo.


Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale dell’Eco di Bergamo del 11 dicembre 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA