Bergamo, controlli a Mercatanti Test di sicurezza in vista del G7

Bergamo, controlli a Mercatanti
Test di sicurezza in vista del G7

Le forze dell’ordine hanno attuato il piano messo a punto con la Prefettura. Presenti anche agenti della Digos. 120 mila i visitatori in 4 giorni.

Prova sicurezza passata a pieni voti per la 16a edizione dei Mercatanti in Fiera. Una prova che, a un mese esatto dal G7 sull’agricoltura e considerato l’alto livello di allerta per il terrorismo, assume un significato decisamente particolare. Anche perchè la manifestazione in questione è decisamente una delle più partecipate a livello cittadino. Nonostante il maltempo, anche in questo weekend i Mercatanti hanno saputo richiamare nel cuore di Bergamo circa 120mila visitatori, una cifra leggermente inferiore al record dello scorso anno ma comunque in linea con l’andamento delle ultime cinque edizioni. Quali sono state dunque le misure per la sicurezza? L’organizzazione affidata a Promozioni Confesercenti Bergamo aveva stabilito nei giorni precedenti alla rassegna un piano specifico che ha portato all’installazione, lungo il Sentierone, di 20 plinti di cemento del peso di 25 quintali l’uno, oltre alla presenza costante, nei principali accessi e nell’area espositiva, di una trentina di steward e di numerosi volontari dell’associazione nazionale carabinieri. L’intera area è stata inoltre presidiata anche dagli agenti della polizia locale di Bergamo che, oltre a monitorare il flusso di visitatori, si sono preoccupati di controllare la viabilità intorno al centro, chiudendo al traffico viale Roma in due occasioni e deviando il traffico nelle vie limitrofe al Sentierone.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 18 settembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA