Bergamo, in arrivo 40 nuovi agenti  Ma sul «merito» è polemica tra Lega e Pd

Bergamo, in arrivo 40 nuovi agenti
Ma sul «merito» è polemica tra Lega e Pd

Ad annunciarlo i parlamentari leghisti che scrivono di aver attuato un forte «pressing» sul ministro Matteo Salvini. Il vicesindaco di bergamo Sergio Gandi risponde: «È una fake news, decisione presa dal Governo Gentiloni».

«Abbiamo avuto conferma che entro febbraio arriveranno a Bergamo ben 40 agenti di polizia che andranno finalmente ad integrare la pianta organica delle forze dell’ordine in servizio nella nostra provincia» dichiarano i parlamentari bergamaschi della Lega Roberto Calderoli, Simona Pergreffi, Daniele Belotti, Cristian Invernizzi, Tony Iwobi, Alberto Ribolla, Daisy Pirovano e Rebecca Frassini rispondendo così prontamente alla sollecitazione avanzata da alcuni sindaci della Bassa.

«Da settimane – spiegano i parlamentari leghisti – stiamo lavorando affinché nella ridefinizione delle nuove piante organiche delle questure italiane, la nostra provincia abbia un adeguato rinforzo, visto che in base alle dotazioni in vigore oggi, che risalgono al 1989, Bergamo risulta la realtà con il minor numero di agenti in rapporto alla popolazione». «Fortunatamente abbiamo trovato una fattiva collaborazione da parte del ministro dell’Interno Matteo Salvini e della sua segreteria – continuano Calderoli, Pergreffi, Belotti, Invernizzi, Iwobi, Ribolla, Pirovano e Frassini – oltre che da parte dei sottosegretari Nicola Molteni e Stefano Candiani. In questa fase di modifiche al Piano di Potenziamento nazionale del dipartimento di pubblica sicurezza, dove tutti “tirano la giacca” non è certo stato facile riuscire ad avere la garanzia che i 40 agenti per Bergamo già annunciati nei mesi scorsi dal capo della Polizia Franco Gabrielli fossero confermati».

«Nel dettaglio – precisano i parlamentari leghisti – ai 4 agenti già entrati in servizio nello scorso mese di aprile, se ne aggiungeranno altri 4 ad ottobre, 4 a novembre e ben 28 a febbraio. Oltre a questi 40 agenti ne sono previsti altri 3 a rinforzo della polizia stradale» «E’ un grosso risultato per la provincia di Bergamo – concludono Calderoli, Pergreffi, Belotti, Invernizzi, Iwobi, Ribolla, Pirovano e Frassini –: dopo l’ampliamento (in tempi record dopo uno stallo di 9 anni) del commissariato di Treviglio, che potrà offrire ai cittadini degli spazi più idonei per gli sportelli denunce e passaporti, la conferma del potenziamento degli organici di polizia in servizio in bergamasca ribadisce l’attenzione del Governo e in particolare del Ministero dell’Interno sulla sicurezza del territorio orobico».

Sulla questione è intervenuto anche il vicesindaco Sergio Gandi «È una fake news, decisione presa dal Governo Gentiloni». «La decisione - spiega Gandi - che sarebbe il ministro Salvini a decidere di inviare 40 agenti a Bergamo è una fake news. Grossa come una casa. Lo scorso febbraio il capo della Polizia Gabrielli ha annunciato l’arrivo di agenti a Bergamo e lo scorso 21 aprile (con ancora ministro degli interni Minniti, l’attuale governo si è insediato lo scorso 1 giugno...) i giornali cittadini hanno specificato come e quando sarebbero arrivati i nuovi agenti in città: 4 ad aprile 2018, 8 tra novembre e dicembre, 28 a febbraio 2019. 40: come si faccia a prendersi il merito di una decisione del Governo Gentiloni, presa almeno 6 mesi fa, è davvero incredibile. La conferma – che davo per scontata - dell’arrivo di nuovi agenti in città da parte del Ministro è comunque positiva. Speriamo che, oltre ad attuare quindi decisioni già assunte in precedenza, il Governo assuma iniziative nuove, soprattutto nei riguardi dei tanto bistrattati enti locali, di cui si è persa ogni traccia da giugno a oggi (come dimostra il congelamento dei fondi del bando periferie per molti capoluoghi del nostro Paese).»

© RIPRODUZIONE RISERVATA