Bergamo la città più calda d’Europa Mercoledì toccati i 31,5 gradi

Bergamo la città più calda d’Europa
Mercoledì toccati i 31,5 gradi

Mercoledì 24 ottobre Bergamo è stata la città più calda d’Europa. La conferma arriva dal centro meteorologico lombardo che ha preso in esame le temperature registrate dalle centraline europee.

Un record. Mercoledì 24 ottobre Bergamo è stata la città più calda d’Europa. I 31,5° registrati dalle centraline meteo hanno dell’incredibile, considerando che mancano pochi giorni a novembre. Le foto dei cruscotti delle auto che segnavano 30° e oltre hanno imperversato sui social da metà mattina. Proprio come in piena estate. L’anomalia è di quelle storiche e anche il centro meteorologico lombardo lo conferma. Bergamo si è giocata il primato “ai punti” con due aree notoriamente e naturalmente più calde: la costiera mediterranea della Spagna e l’area turca sud orientale.

Il centro meteorologico spiega tecnicamente la causa di queste temperature così alte: «In questi ultimi giorni, al largo delle Isole Britanniche, è andata strutturandosi un’imponente area d’alta pressione. In queste ore tale struttura tenderà progressivamente a declinare verso sud-est, veicolando masse d’aria abbastanza miti (per la stagione) in direzione della Francia e quindi delle Alpi Centro-Occidentali. L’interazione di queste forti correnti settentrionali con i rilievi alpini determinerà un marcato, seppur transitorio, innalzamento delle temperature, che nel corso del pomeriggio di mercoledì supereranno diffusamente i 25°C al piano, per tentare localmente di avvicinare i 28/30°C.

Saremo di fronte a venti di caduta originati da correnti di estrazione anticiclonica miti che si inseriscono in un contesto d’aria già mite. Il top per arroventare i termometri. Situazioni sinottiche analoghe - rare - sono già accadute in passato, tuttavia mai con questa intensità a fine ottobre, periodo dell’anno solitamente poco avvezzo a queste dinamiche».


© RIPRODUZIONE RISERVATA