Bergamo saluta il mago del cuore Addio al cardiologo Giorgio Invernizzi
Giorgio Invernizzi

Bergamo saluta il mago del cuore
Addio al cardiologo Giorgio Invernizzi

Avrebbe compiuto 93 anni ad agosto. Amico fraterno di Lucio Parenzan, insieme a lui portò la medicina cardiovascolare ai vertici internazionali.

È morto il professor Giorgio Invernizzi, uno tra i più eminenti cardiologi in Italia e in Europa, l’uomo che ha «scritto» la cardiologia bergamasca. Invernizzi, nato nel 1924, avrebbe compiuto 93 anni il prossimo 6 agosto. Il suo era un nome molto noto nel panorama della medicina internazionale anche perchè legato a doppio filo a quello di un altro luminare «del cuore», scomparso nel gennaio di tre anni fa, il cardiochirurgo Lucio Parenzan, di cui fu amico fraterno oltre che collega. Cominciò a lavorare all’Ospedale Maggiore nel 1953, diventando primario nel 1970 dell’allora divisione di Cardiologia. Con Lucio Parenzan riuscì a portare la medicina cardiovascolare ai vertici internazionali.

«Se la professione medica è stata per me anche una meravigliosa avventura umana – aveva detto Invernizzi a “L’Eco” nel giorno della scomparsa dell’amico – lo devo al privilegio, determinante, di aver lavorato per una vita al suo fianco». Tanti i bimbi salvati, tante le persone che in tutti questi anni sono state operate dalla sua équipe e lo ricordano con affetto per la sua grande professionalità e l’umanità con cui trattava i suoi pazienti, grandi e piccoli. Ifunerali saranno celebrati mercoledì alle 10 al Tempio Votivo di Santa Lucia.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo del 16 maggio

© RIPRODUZIONE RISERVATA