Bergamo, si sente male sugli spalti 48enne salvato dal defibrillatore

Bergamo, si sente male sugli spalti
48enne salvato dal defibrillatore

È successo sabato pomeriggio nel campo sportivo di Longuelo. L’uomo è stato subito soccorso.

Doveva essere un pomeriggio come tanti quello si sabato 21 ottobre per un 48enne, ma un malore improvviso l’ha trasformato in un incubo. Era seduto su una panchina come spettatore a guardare una partita del campionato CSI gruppo D girone L tra le squadre “Osteria Risiko” e “Virescit A” che si disputava, come ogni sabato, nel campo in erba sintetica di via Bellini a Longuelo (proprio dietro alla nuova chiesa), quando verso le 16.15 si è accasciato a terra accusando un malore. Provvidenziale per salvargli la vita è stato l’utilizzo del defibrillatore, in dotazione obbligatoria a tutte le società di calcio che partecipano a campionati agonistici. Non appena l’arbitro si è accorto della situazione ha deciso immediatamente di sospendere la partita ed un membro della società calcistica che aveva seguito un corso di primo soccorso insieme ad uno spettatore (che sembrerebbe essere un esperto, visto la competenza con la quale effettuava le operazioni di primo soccorso) l’hanno immediatamente soccorso.


Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale dell’Eco di Bergamo del 22 ottobre 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA