Bimbo soffocato da una nocciolina Grave, ricoverato d’urgenza a Bergamo

Bimbo soffocato da una nocciolina
Grave, ricoverato d’urgenza a Bergamo

È ricoverato a Bergamo in coma, in terapia intensiva, un bambino di un anno di Montano Lucino, in provincia di Como, che sabato mattina mentre era in casa con i genitori si è infilato una nocciolina nel naso.

Non si sa dove e come l’abbia trovata, ma come succede in questi casi la sua mossa è stata fulminea. La nocciolina gli ha ostruito le vie aeree e il bimbo ha iniziato ad annaspare, nella spasmodica ricerca di ossigeno. I genitori hanno capito che stava accadendo qualcosa di grave e invece di lasciarsi prendere dal panico, come pure sarebbe stato comprensibile, hanno iniziato a praticare le manovre di disostruzione pediatrica: quelle manovre salvavita che, per fortuna, sono sempre più conosciute nelle famiglie. Ma il bambino, nonostante tutto, continuava a respirare con enorme fatica.

Nel giro di pochi minuti sono intervenute un’ambulanza e l’automedica del 118: il piccolo è stato trasportato d’urgenza all’ospedale Sant’Anna di San Fermo della Battaglia, ma vista la gravità delle condizioni i medici ne hanno disposto il trasferimento con l’elisoccorso all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, dove è ricoverato in prognosi riservata.


© RIPRODUZIONE RISERVATA