Bimbo sull’ambulanza, corsa in ospedale I soccorritori: «Nessuno si è spostato»

Bimbo sull’ambulanza, corsa in ospedale
I soccorritori: «Nessuno si è spostato»

Sulla pagina Facebook della Croce Verde Città di Albino lo sfogo dei volontari che denunciano lo scarso senso civico degli automobilisti. Nel viaggio per trasportare a Piario un neonatologo e un’infermiera che dovevano assistere un bimbo appena nato con problemi gravi, nessuno si è fermato su tutto il percorso tranne un camionista.

Lo sfogo è di quelli mossi da rabbia e impotenza di fronte alla maleducazione e allo scarso senso civico degli automobilisti che poteva mettere a repentaglio il loro lavoro e la corsa in ospedale per salvare un bambino appena nato in condizioni critiche. A «gridare» il disappunto sono i volontari della Croce Verde di Albino che in un post su Facebbok si sfogano per l’episodio incredibile (che si intuisce essere l’ultimo di una lunga serie). Un’ambulanza che corre in sirena verso l’ospedale. A bordo un neonatologo e un’infermiera che devono correre a Piario per assistere un bambino appena nato che ha dei problemi abbastanza seri. Anche pochi minuti possono fare la differenza in questi casi. È a questo punto che i volontari si rendono conto che nonostante fari lampeggianti e sirena a tutto volume gli automobilisti non agevolano il passaggio del mezzo di soccorso anzi, a volte lo ostacolano.

In tutto il tragitto solo un camionista si è fermato facendo da tappo alle altre auto e permettendo all’ambulanza di fare due chilometri in sicurezza a tutta velocità. Il post si chiude con un grido di dolore e un appello: «Scusate lo sfogo su una pagina ufficiale, ma non ci possiamo mettere 45 minuti in sirena da Bergamo a Piario perchè non vi spostate!!! Non si può!» Ecco l’intero sfogo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA