Boom di dossi anti velocità sulle strade Ma non tutti sono in regola

Boom di dossi anti velocità sulle strade
Ma non tutti sono in regola

Nei paesi si moltiplicano dissuasori e varianti. La polizia locale: «Il Codice detta misure e materiali» Passaggi rialzati? Non previsti, ma il ministero li tollera.

Chi li costruisce stretti, chi larghi; chi li fa bassi, chi alti. Chi di gomma e chi di cemento. E ancora: c’è chi aggiunge le strisce pedonali o chi no. E i colori? Si va dal «classico» giallo fino al rosso, passando per il verde o l’azzurro. Paese che vai, dosso artificiale che trovi. Stiamo parlando dei dissuasori di velocità, che anno dopo anno sono spuntati come funghi sulle strade di tanti comuni bergamaschi e non solo. Amati e odiati, spesso chiesti a gran voce dai residenti (anche con raccolte firme) e poi magari osteggiati da altri perché «fanno rumore» al passaggio dei veicoli, i dossi quando arrivano in un quartiere fanno quasi sempre discutere. Pro e contro, ma ci sono regole ben precise da rispettare per installarli. «Questi manufatti – spiega Modina – non vanno ovviamente installati su arterie a scorrimento veloce, ma su strade interne, residenziali o zone 30. E bisogna rispettare dei criteri di costruzione, stabiliti dal Regolamento di attuazione del Codice della strada: le dimensioni variano in base al limite di velocità che l’ente proprietario della strada vuole far rispettare».

Dossi artificiali

Dossi artificiali
(Foto by Yuri Colleoni)

Entrando nel dettaglio della normativa: sulle strade con limiti di velocità fino a 50 chilometri orari, il dosso deve avere una larghezza non inferiore a 60 centimetri e un’altezza non superiore a 3 centimetr i; dove il limite è fino a 40 chilometri orari, invece, la larghezza non deve essere inferiore a 90 centimetri e l’altezza non deve superare i 5 centimetri; infine sulle strade con limiti di velocità fino a 30 chilometri orari (le famose zone 30) il dosso artificiale deve avere una larghezza non inferiore ai 120 centimetri e un’altezza non superiore ai 7 centimetri.

Dossi verdi Misano

Dossi verdi Misano
(Foto by Patrik Pozzi)


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 2 febbraio

© RIPRODUZIONE RISERVATA