Borghese incorona «L’Ambulatorio»  Tradizione e modernità oltre la polenta

Borghese incorona «L’Ambulatorio»
Tradizione e modernità oltre la polenta

La trasmissione «Quattro ristoranti» ha fatto tappa a Bergamo e a vincere è stato «L’Ambulatorio gastronomico» di via San Tomaso gestito dai fratelli Benigni.

Ha vinto il ristorante con la cucina e l’ambiente meno tradizionali, quell’«Ambulatorio gastronomico» dei fratelli Benigni - Andrea ai fornelli e Paolo in sala - che in via San Tomaso, nei pressi dell’Accademia Carrara, hanno realizzato un locale che si è proiettato da subito in una dimensione extrabergamasca, un contesto innovativo che risente dei viaggi enogastronomici dei Benigni in mezzo mondo.

La vittoria dell’Ambulatorio è stata netta, indiscussa, nel senso che gli stessi colleghi titolari degli altri tre ristoranti chiamati in causa ( Lalimentari di Paolo e Simona Chiari, a luglio in via Tassis ma oggi trasferito in Piazza Vecchia; La Tana dei fratelli Roberto e Alessandro Rodeschini, in via San Lorenzo; la storica Osteria Tre Gobbi di via Broseta, guidata da Marco Ceruti e Marco Carminati) hanno essi stessi eletto il collega vincitore. Il voto di Borghese non ha cambiato la classifica data dai voti dei concorrenti. Sono stati loro in definitiva a scegliere il locale migliore, Borghese con il suo voto lo ha solo confermato. Non è servita per vincere nemmeno la novità del bonus da 5 punti dato da Borghese al ristorante che meglio degli altri ha saputo interpretare l’alimento tipico di Bergamo: la polenta: vinto da Lalimentari di Piazza Vecchia.


Tutto sulla puntata acquistando a 0.99 euro la copia digitale del 7 marzo 2018

© RIPRODUZIONE RISERVATA