Borgo Palazzo, traffico e lamentele Ora le code, prima 70 incidenti – Mappa
Le code in Borgo Palazzo

Borgo Palazzo, traffico e lamentele
Ora le code, prima 70 incidenti – Mappa

Meglio le code temporanee o gli incidenti? È la domanda a cui ha dovuto rispondere l’amministrazione comunale quando ha deciso di intervenire sull’incrocio tra via Borgo Palazzo, via Gritti, via delle Valli e la circonvallazione.

Sì, proprio quello dove migliaia di automobilisti nell’ultimo mese sono rimasti imbottigliati di fronte al rosso dei semafori. All’apparenza sembra che ci siano stati solo un paio di ritocchi, invece i lavori commissionati da Palafrizzoni hanno cambiato nella sostanza la viabilità, soprattutto pedonale. Le conseguenze si sono fatte sentire per chi è alla guida di un’auto. Tantissime le lamentele arrivate alla redazione de L’Eco di Bergamo. «Anche in altri orari che prima erano tranquilli - scrive Pierluigi Turani - si trovano ormai lunghe code sia in direzione Campagnola che verso il rondò delle Valli. Questo perché l’assurdità della regolazione semaforica non consente al traffico di fluire rapidamente, formando una coda che alla mattina ed alla sera, arriva oltre il distributore di benzina di via delle Valli». Per tanti bergamaschi che perdono qualche minuto in coda, ce ne sono tanti altri che rischiano meno attraversando quell’incrocio, dove negli ultimi anni si sono registrati 70 incidenti. Grazie agli opendata messi a disposizione da Palafrizzoni abbiamo realizzato una mappa interattiva in cui si possono visualizzare tutti gli incidenti avvenuti all’incrocio incriminato.

L’assessore Zenoni, evidenziando l’impossibilità di realizzare una rotatoria, puntualizza che «non si tratta di un errore, ma di una scelta di intervenire su un incrocio che per i dati in nostro possesso è uno con il più alto tasso di incidenti, con settanta sinistri in due anni». Incidenti provocati per la confusione determinata sotto il ponte dai due soli tempi semaforici, cioè il verde scattava simultaneamente per via Sempione e via Gritti, quando su via Borgo Palazzo c’era il rosso. «Ad agosto i semafori sono stati tarati a tre tempi, rendendo verde o solo via Gritti o via delle Valli o via Borgo Palazzo. A seguito degli incolonnamenti che ne sono scaturiti da agosto Atb sta lavorando sui tempi semaforici per ridurre l’impatto, che si giocano però su una manciata di secondi».

Zenoni chiede quindi pazienza: «Stiamo cercando di ridurre i disagi, ma l’amministrazione si è trovata di fronte a una scelta, tornare a una situazione che dimostra la pericolosità dell’incrocio, oppure lavorare per la sicurezza di pedoni, ciclisti e automobilisti cercando di farlo funzionare al meglio, sapendo che la perfezione è impossibile».


© RIPRODUZIONE RISERVATA