Calcioscommesse, la sentenza Atalanta e Doni prosciolti
Cristiano Doni

Calcioscommesse, la sentenza
Atalanta e Doni prosciolti

Per la presunta combine del match dell’aprile 2011 con il Crotone.

«Nell’ambito del processo sulla presunta combine della partita Crotone-Atalanta del 22 aprile 2011, il Tribunale Federale Nazionale – Sezione Disciplinare presieduto da Cesare Mastrocola ha rigettato il deferimento proposto nei confronti dell’Atalanta Bergamasca Calcio, di Cristiano Doni (all’epoca dei fatti calciatore dell’Atalanta), Nicola Santoni e Gianfranco Parlato (all’epoca dei fatti tecnici del Ravenna)»: ne dà comunicazione la Figc sul suo sito.

La Procura della Federcalcio nei davanti al Tribunale federale nazionale nell’ambito del processo sulla presunta combine della partita Crotone-Atalanta del 22 aprile 2011 aveva chiesto per la società nerazzurra 25 mila euro di multa per responsabilità oggettiva, per Doni 4 mesi di squalifica, sei mesi di inibizione per Santoni e nove mesi per Parlato, tutti già sanzionati nei precedenti processi sul calcioscommesse per altri capi d’accusa.


© RIPRODUZIONE RISERVATA