Caldo e afa, ma non solo Possibili temporali serali
Cumulonembi in una foto d’archivio

Caldo e afa, ma non solo
Possibili temporali serali

Aggiornamento meteo 30 luglio. I modelli previsionali concordano sul possibile transito di linee temporalesche che, per la nostra provincia, interesserebbero principalmente le Alpi Orobie e la bassa pianura, anche se non si possono escludere a priori altre zone.

La calura presente da diversi giorni sulla Pianura Padana ha consentito l’accumulo di molta energia che, se innescata a dovere, potrebbe generare temporali di forte intensità. Siccome prevenire è meglio che curare, val la pena allora dare uno sguardo alla situazione delle prossime ore, soprattutto quelle serali. I modelli previsionali concordano sul possibile transito di linee temporalesche che, per la nostra provincia, interesserebbero principalmente le Alpi Orobie e la bassa pianura, anche se non si possono escludere a priori altre zone. Ed è proprio in quest’ultima zona che la situazione potrebbe essere seria; il condizionale è d’obbligo, ovviamente, specie con i temporali. Ebbene, data la presenza di modesta aria fredda in quota da Sud Ovest, questa potrebbe essere sufficiente per innescare i temporali di cui si diceva; vista la grande quantità di energia in gioco (calore accumulato nei giorni precedenti), la situazione appare piuttosto critica, non solo per quanto concerne le precipitazioni (localmente abbondanti e grandinigene), ma in particolare per il vento, previsto dai modelli in notevole rinforzo proprio in concomitanza col passaggio dei temporali. Chiaro che, stante l’incertezza sempre presente in estate a livello atmosferico, resta difficile stabilire quali zone potrebbero essere colpite; la traiettoria, appunto, sembrerebbe quella della bassa pianura al confine con la provincia di Cremona (anche se non si esclude la pianura in generale), e l’alta fascia alpina orobica. Speriamo non succeda nulla, naturalmente; saperlo, però, consente di regolarsi di conseguenza.


© RIPRODUZIONE RISERVATA