Canone Rai, ultimo giorno per l’esenzione Chi ha aspettato gennaio rischia una rata

Canone Rai, ultimo giorno per l’esenzione
Chi ha aspettato gennaio rischia una rata

Manca solo un giorno: il 31 gennaio scade la possibilità di chiedere l’esenzione dal pagamento del canone Rai.

La scadenza per l’invio della dichiarazione di non possesso di apparecchi televisivi scade infatti martedì 31 gennaio. Il tempo stringe, quindi, ma va anche precisato che possono avere certezza di non vedersi addebitare il canone Rai in bolletta elettrica solo contribuenti che abbiano presentato la dichiarazione per l’esenzione dal versamento dell’abbonamento tv entro il 31 dicembre 2016.

Chi invece lo abbia fatto successivamente, o lo faccia nelle prossime ore, con tutta probabilità si vedrà trattenere le prime rate del canone Rai 2017 in bolletta elettrica, pari a 9 euro al mese. Basterà poi richiedere il rimborso di quando addebitato e non dovuto, presentando apposita domanda.

In scadenza sempre entro il 31 gennaio anche il pagamento mediante modello F24 da parte dei contribuenti nel cui nucleo familiare non risulti alcun intestatario di alcuna utenza elettrica di tipo domestico residenziale, oppure siano titolari di utenza elettrica la cui fornitura di energia elettrica avvenga però nell’ambito delle reti non interconnesse con la rete di trasmissione nazionale. L’importo dovuto può essere versato in un’unica soluzione da 90 euro, o in due pagamenti semestrali (31 gennaio e il 31 luglio) da 45,94 euro, o in quattro rate trimestrali (31 gennaio, il 30 aprile, il 31 luglio e il 31 ottobre) da 23,93 euro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA