Carnevale a Bergamo
Un affare da 35 milioni di euro

La nostra provincia al terzo posto in Lombardia per numero di imprese legate alla festività: sono 303 e generano un fatturato che ci colloca al 20esimo posto sul territorio nazionale

Carnevale a Bergamo Un affare da 35 milioni di euro

Dolci, articoli di cartoleria, giochi ma anche discoteche: sono queste le attività che caratterizzano il business del Carnevale a Bergamo. Questa provincia è infatti al terzo posto in Lombardia per numero di imprese legate alla festività del Carnevale con 303 aziende, di cui 165 si occupano per la maggior parte di commercio al dettaglio di articoli di cartoleria. Dolciumi e confetteria, giochi, discoteche e sale da ballo arricchiscono invece il comparto, ma con un’incidenza meno significativa, sono infatti 42, 59 e 37. Complessivamente, si tratta di un giro d’affari in grado di generare ricavi per 35 milioni di euro e che posiziona la provincia di Bergamo al ventesimo posto nella classifica nazionale per concentrazione di imprese.

A livello regionale quello del Carnevale è un business a tutti gli effetti, in grado di coinvolgere più di 3 mila imprese sulle oltre 25 mila italiane nonostante i suoi aspetti stagionali. E lo conferma l’elaborazione della Camera di commercio di Milano, Monza Brianza e Lodi sui dati del registro imprese 2017. Sono infatti imprese che hanno un business giornaliero che supera il milione e mezzo di euro solo nella provincia di Milano e che vale 2 milioni in tutta la regione, quasi la metà del totale italiano, pari a 5 milioni di euro al giorno. A livello nazionale sono Napoli e Roma a precedere Milano per concentrazione di imprese, seguono Torino e Bari.

© RIPRODUZIONE RISERVATA