Case vuote, Bergamo a quota 22,7% Sono 128.800, terzi in Lombardia

Case vuote, Bergamo a quota 22,7%
Sono 128.800, terzi in Lombardia

Nel dato pesa molto l’effetto delle case di villeggiatura, situazione che ci accomuna a Sondrio e Lecco che ci precedono nella classifica di «Solo Affitti».

La Lombardia è la regione italiana con la più bassa concentrazione di case vuote (15,16% per oltre 731 mila abitazioni non occupate), pur avendo al suo interno una delle province con più immobili non occupati: Sondrio. È quanto emerge da un’analisi di Solo Affitti, rete immobiliare specializzata nella locazione . Sondrio e provincia, anche in virtù della presenza di seconde case di villeggiatura ha quasi il 50% del totale (49,7%) e 74 mila e 500 immobili inutilizzati. Lecco è al secondo posto in Lombardia con 1 immobile non occupato su 4 (25,8% e oltre 48 mila case non occupate) e Bergamo al terzo con il 22,7% e quasi 128 mila e 800 immobili vuoti. Entrambe sono sopra la media nazionale (22,5%).

Leggermente sotto la media nazionale la concentrazione di case vuote a Como (4° posto regionale con il 21,4% e quasi 66 mila immobili non occupati) e Brescia (5° posto regionale con il 20,9% e poco più di 133 mila case non occupate). Le percentuali si abbassano notevolmente nelle restanti province lombarde. Pavia è sesta con oltre 43 mila immobili non occupati pari al 15,6% del totale. Seguono Varese (7° posto regionale con il 13,7% e circa 57 mila e 300 case vuote) e Mantova (8° posto regionale con il 13% e quasi 24mila e 500 case non inutilizzate


© RIPRODUZIONE RISERVATA