Cavalieri d’Italia, otto insigniti «Sezione esemplare dell’Unci»

Cavalieri d’Italia, otto insigniti
«Sezione esemplare dell’Unci»

L’Unci di Bergamo conta 500 aderenti, è tra le più attive sul fronte benefico. Certificati anche a 15 nuovi simpatizzanti

Con la consegna del diploma e del certificato a 23 nuovi soci (8 insigniti e 15 simpatizzanti), salgono a oltre 500 gli aderenti alla sezione di Bergamo dell’Unci, l’Unione dei cavalieri d’Italia. Una sezione da primato non solo per il numero dei soci ma anche per l’organizzazione e gli interventi benefici. Tutto merito di un affiatamento esemplare impostato dal presidente Marcello Annoni, che è stato eletto tre anni fa presidente nazionale dell’Unione, così come sua moglie Tina Mazza resta fermamente alla guida nazionale del Gruppo Donne. Le persone insignite di onorificenze cavalleresche della Repubblica italiana sono esempio di alti sentimenti morali, di correttezza civica, di attività umanitarie e benefiche, come hanno sottolineato, nell’assemblea Unci, monsignor Gaetano Bonicelli, don Lino Lazzari, il consigliere regionale Mario Barboni, l’assessore comunale Maria Carolina Marchesi e il professor Giovanni Villa, docente di storia dell’arte all’ateneo bergamasco, che ha ripercorso la storia delle onorificenze.

La riunione ha visto la presenza di esponenti di numerose sezioni Unci dell’Alta Italia, tra cui il console regionale della Lombardia e consigliere nazionale Silverio Gori. Nella relazione, il presidente Annoni ha ricordato le attività svolte, in particolare quelle benefiche, riassunte nei vari «Premi della Bontà Unci» assegnati ogni anno. Anche ieri sono stati raccolti fondi per l’associazione Uro Sol di Bergamo, che fa prevenzione dei tumori ed educazione sanitaria. Ha ritirato il contributo il dottor Alessandro Piccinelli. Sono otto i nuovo insigniti del cavalierato: Bruno Bonassi e Giuseppe Crespi di Bergamo; Gian Paolo Alberti, Valbondione; Gianluigi Carrara, Albino; Federico Cenci, Almenno San Salvatore; Giancarlo Colombo, Correzzana (Mb), Privato Fenaroli, Tavernola Bergamasca; Guido Fornoni, Ardesio. Avanzamento a Ufficiale per Battista Chiesa di Almenno San Salvatore e Giovanni Manzoni di Grumello del Monte; promosso Commendatore Antonino Lucido di Treviglio. Fedeltà 20 anni di associazione a: Corino Carrara e Luigi Gamba, Martinengo; Agostino Landre, Zanica; Giuseppe Pirovano, Leffe; Roberto Scarcella, Villa di Serio; Hiromi Inaba, Giovanni Pagnoncelli, Maurizio Salvi, Emilia Strologo, Gennaro Terrusi, Bergamo. Diploma di benemerenza a: Franca Brami, Gorle; Giuliana D’Ambrosio, Giovanni Dal Covolo, Paolo Pietrosante, Giovanni Villa, tutti di Bergamo. Distinzione onore e merito Unci: Margherita Venturelli di Milano. Diploma di Merito: Pierlorenzo Stella e Francesca Valdini di Trento. Tina Mazza, nel suo intervento, ha reso omaggio alle socie Emilia Strologo, Maria Teresa Frigeni, Giuliana D’Ambrosio e Katy Pesenti per la loro generosa attività nel volontariato.


© RIPRODUZIONE RISERVATA