Che bel sole! Ma dura poco - Meteo Sabato allerta neve in Bergamasca

Che bel sole! Ma dura poco - Meteo
Sabato allerta neve in Bergamasca

Un venerdì di sole, a cui seguirà un sabato di precipitazioni. L’allerta è stata lanciata dalla Protezione civile lombarda che comunica il rischio neve anche sulle montagne bergamasche.

Freddo, sì, e sabato arrivano anche le precipitazioni. Probabilmente pioggia a quote basse, neve in montagna. Lo comunica la Protezione civile lombarda con un avviso ufficiale.

La Sala operativa della Protezione civile della Regione Lombardia ha emesso una comunicazione di ordinaria criticità (codice giallo) per rischio neve dalle ore 12 di domani, sabato 20 gennaio, sulle zone omogenee NV-01 (Valchiavenna), NV-02 (Media-Bassa Valtellina), NV-03 (Alta Valtellina), NV-04 (Prealpi Varesine), NV-05 (Prealpi comasche-lecchesi), NV-06 (Prealpi bergamasche) e NV-07 (Valcamonica).

IL METE O - L’arrivo di un veloce fronte freddo in discesa da nord-ovest e’ previsto sull’arco Alpino nel pomeriggio di domani 20/01, e causera’ deboli precipitazioni inizialmente confinate ai crinali di confine, in temporanea estensione a Prealpi e fascia pedemontana tra la tarda serata e la notte. In concomitanza del transito frontale e’ atteso un temporaneo calo dello zero termico che potrebbe favorire deboli precipitazioni nevose fino a 300-500 m su Valtellina, Valchiavenna e Prealpi varesine-comasche-lecchesi. Si trattera’ comunque di brevi episodi, i cui accumuli saranno trascurabili e ovunque inferiori ai 2 cm (solo su Valtellina e Valchiavenna saranno possibili accumuli prossimi ai 5 cm al di sotto dei 600 m). Non si esclude qualche breve e occasionale episodio di neve tonda (graupel) o nevischio sull’alta pianura centro-occidentale, ma senza accumuli.

Alle quote comprese tra 600 e 1.200 m si prevedono accumuli generalmente al di sotto dei 5 cm, solo su Valtellina e Valchiavenna possibilita’ di accumuli locali prossimi ai 10 cm.

EFFETTI AL SUOLO - Le problematiche principali per rischio neve potrebbero essere legate soprattutto a difficolta’ e rallentamenti del traffico stradale e ferroviario, oltre le quote segnalate. Anche nelle zone dove i quantitativi di neve saranno contenuti, non si esclude la possibile formazione di ghiaccio. Si chiede pertanto ai sistemi locali di protezione civile di porsi in una fase operativa di attenzione, cioe’ di predisporre il sistema locale alla pronta attivazione di azioni di contrasto, congruenti a quanto previsto nella pianificazione di emergenza, per la sicurezza della circolazione del traffico sulle strade e la riduzione dei rischi connessi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA