«Che Classe!», Arianna batte tutti Festa all’Edonè, su BgTv in onda martedì
Arianna Filisetti

«Che Classe!», Arianna batte tutti
Festa all’Edonè, su BgTv in onda martedì

È Arianna Filisetti dell’Istituto Falcone la vincitrice della prima edizione di «Che classe!», il progetto formativo che da novembre a oggi ha visto protagonisti negli studi televisivi di BergamoTv, sulle pagine de L’Eco di Bergamo e sui social i ragazzi delle scuole superiori di Bergamo e provincia.

I giovani si sono sfidati a suon di dibattiti, videoclip, sondaggi social e articoli di giornale. Domenica pomeriggio 5 giugno, allo spazio estivo Edoné di Redona è stata registrata la puntata conclusiva della stagione, alla presenza dei 4 finalisti con relativi supporter tra il pubblico: oltre ad Arianna Filisetti, Lorenzo Valota in rappresentanza del Liceo scientifico Lussana e Chiara Coppola del Liceo linguistico Capitanio/Licei dell’Opera Sant’Alessandro, a cui si è aggiunta Aurelia Timis del Liceo scientifico Mascheroni scelta dal mondo social tramite una votazione online. Quattro studenti individuati tra 1.200 partecipanti a «Che classe!» che ha coinvolto 12 scuole superiori: il Liceo scientifico Mascheroni di Bergamo, l’Isis Turoldo di Zogno, l’Isis Romero di Albino, l’Isis Valle Seriana di Gazzaniga, il Liceo linguistico Capitanio/Licei dell’Opera Sant’Alessandro, il Liceo linguistico Falcone, il Liceo Don Milani di Romano, l’iSchool di Bergamo, il Liceo scientifico Lussana di Bergamo, l’Istituto tecnico Lorenzo Lotto di Trescore, il Betty Ambiveri di Presezzo e l’Itis Majorana di Seriate. Quattro classi per ogni scuola, per un totale, come detto, di 1.200 ragazzi. Tra di loro, la giuria composta da Giorgio Bardaglio, Fabio Fassini e Paolo Ferrari, ha individuato i finalisti e, ieri, il vincitore di questa prima edizione.

Gli sfidanti si sono affrontati dal vivo sul palco dello spazio estivo Edoné rimettendo in scena parte del format di «Che classe!», un programma che si pone tra il reality, il game show e il talent condotto dal 23enne Federico Zadra. I ragazzi hanno dovuto argomentare la propria posizione sul tema del cibo da fast food, del copiare a scuola e confrontarsi con la giuria sulle vacanze studio all’estero. E ancora, hanno dovuto improvvisare un’intervista ai coetanei che hanno partecipato al progetto, infine hanno dovuto definire il significato di un termine particolarmente difficile. Nel corso della registrazione sono stati assegnati anche altri titoli, come se fosse la notte degli Oscar di «Che classe!»: il premio per il miglior video è andato ad Andrea Ronzoni del Liceo Lussana, per il miglior giornalista ad Anna Zanchi del Liceo Falcone, per il miglior sondaggio social ad Ambra Agazzi della Don Milani, per il miglior attore dei videoclip ad Andrea Cagnoni dell’Istituto tecnico Majorana di Seriate. Tra i premi, che saranno assegnati a conclusione dei conteggi ufficiali, anche quello alla scuola che ha partecipato alla registrazione della trasmissione con il più alto numero di studenti. Infine, un riconoscimento speciale fortemente voluto da Serim distributori automatici, che ha voluto sottolineare l’originalità di Peeta, al secolo Pietro Ronzoni della classe terza del Liceo scientifico Lussana per il suo video denuncia contro il cibo spazzatura. Un momento che ha visto anche un videomessaggio di Bruno Mazzoleni, presidente di Serim, sponsor della trasmissione tv, che ha fatto recapitare il premio: un drone per permettere al ragazzo di portare avanti il suo sogno. Terminate le riprese, la serata è proseguita con una grande festa a cura dei giovani di Edonè.

La puntata, con tutti i momenti della sfida, andrà in onda martedì alle 21 su BergamoTv. Martedì 14 giugno la stagione terminerà con il «best of» dell’intera stagione.


© RIPRODUZIONE RISERVATA