Christo, c’è anche chi boccia la passerella Giornale dell’Arte: tra le peggiori opere

Christo, c’è anche chi boccia la passerella
Giornale dell’Arte: tra le peggiori opere

Giudizio negativo concorde di una serie di esperti interpellati dalla rivista artistica.

I giudizi (negativi) sono concordi: tra il «peggio» del 2016 in campo artistico-architettonico, secondo il sondaggio del Giornale dell’Arte, c’è The Floating Piers, la passerella di Christo che per poco più di due settimane, tra il 18 giugno e il 3 luglio, ha fatto camminare sulle acque tra Sulzano e Montisola un milione e 200mila visitatori. Numeri che, a quanto pare, non contano per gli esperti (direttori di musei, critici d’arte, curatori di mostre, giornalisti) interpellati dalla rivista specializzata edita da Allemandi: neanche un like per la passerella gialla. Che si trova in buona compagnia: tra i bocciati senza appello anche la 16.ma Quadriennale di Roma, l’artista Jeff Koons e il restauro della cattedrale di Chartres, in Francia.

Promosse le mostre su Ariosto a Ferrara, i lavori di recupero degli scavi di Pompei e il restauro della scalinata di Trinità dei Monti a Roma. Tra le opere e i personaggi amati-odiati entrano la «Nuvola» dell’architetto Fuksas e il ministro Dario Franceschini.


© RIPRODUZIONE RISERVATA