Commercialista appassionato d’arte Bergamo piange Sergio Pedroli
Sergio Pedroli

Commercialista appassionato d’arte
Bergamo piange Sergio Pedroli

Ha dedicato la vita allo studio che il padre aprì in città 84 anni fa, facendosi apprezzare come preparato e attento professionista. Ma aveva anche un talento da artista, che esprimeva attraverso le sue fotografie. Se n’è andato mercoledì alle 2 del mattino, dopo una breve malattia, Sergio Pedroli, uno dei più conosciuti e stimati commercialisti di Bergamo, fin dalla metà degli anni Sessanta.

Era proprio il 1965, quando Pedroli entrò nello studio che il padre Piero aveva aperto nel 1934 e dove oggi continuano a lavorare i suoi figli, Annachiara, anche lei commercialista, e Piero, architetto. Pedroli aveva 82 anni e lascia, oltre ai figli e a quattro nipoti, anche la moglie Cristina Annoni, con la quale quest’anno avrebbe festeggiato i 50 anni di matrimonio.

La malattia lo ha strappato all’affetto dei suoi cari a sole due settimane dalla diagnosi; si è spento mercoledì alle 2 del mattino all’hospice di via Borgo Palazzo, dov’era ricoverato da venerdì. I funerali di Sergio Pedroli si svolgeranno venerdì pomeriggio alle 14.15 nella chiesa del cimitero monumentale di Bergamo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA