Convegno nazionale sulla montagna Seguilo ora in diretta sul nostro sito
Le Orobie

Convegno nazionale sulla montagna
Seguilo ora in diretta sul nostro sito

La comunicazione non conosce confini, nell’era social e con l’avvento dei nuovi strumenti multimediali il flusso dell’informazione ora raggiunge facilmente e supera anche le vette più alte d’Italia, e unisce le genti delle Orobie, degli Appennini e delle Alpi.

Prova ne è il convegno nazionale che si tiene al Palamonti di Bergamo sabato 14 maggio sul tema «Comunicare una nuova cultura della Montagna: tra carta stampata, comunità digitali e social media». L’iniziativa, promossa dalla sezione Cai di Bergamo, è patrocinata da Regione Lombardia, Provincia e Comune di Bergamo e Ordine Nazionale dei Giornalisti: il convegno avrà inizio alle 9 con i saluti introduttivi delle autorità e dei presidenti Cai. A seguire una tavola rotonda che vedrà confrontarsi autorevoli giornalisti delle maggiori testate regionali e nazionali cartacee, televisive e online, tutti profondi conoscitori del mondo della montagna.

Quindi, in due distinte parti, interverranno i rappresentanti di quasi tutte le maggiori pubblicazioni sociali nazionali, sezionali e territoriali del Cai, alcuni di questi in collegamento in via videoconferenza, portando la testimonianza delle rispettive esperienze maturate nel campo dell’informazione e della comunicazione. Obiettivo comune è quello di far crescere e sviluppare sempre di più la comunicazione legata all’attività del Club Alpino Italiano e al mondo delle montagne: c’è infatti piena consapevolezza della necessità di aprire e far conoscere sempre di più all’esterno le specificità e la cultura delle montagne grazie anche all’utilizzo dei nuovi strumenti comunicativi, senza però venir meno ai principi e ai valori fondanti da sempre alla base del volontariato del Club Alpino Italiano.

Una cultura, quella delle montagne e delle Terre Alte, che oggi assume quindi necessariamente una forte e sempre più attuale valenza sociale, ambientale e educativa, in particolare per le giovani generazioni. Sarà possibile seguire il convegno in diretta streaming anche sul sito internet de L’Eco di Bergamo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA