Covid, anche Bergamo ripristina l’obbligo di mascherine all’aperto nei mercatini e sulle vie dello shopping

Covid, anche Bergamo ripristina l’obbligo di mascherine all’aperto nei mercatini e sulle vie dello shopping

L’ordinanza prevede l’obbligo di mascherina tutti i giorni dalle 10 del mattino sino alle 22 della sera. Si comincia sabato 27 novembre. I controlli della Polizia Locale saranno intensificati. L’elenco delle vie interessate.

Restare in zona bianca e non vanificare gli sforzi fatti finora per contenere la pandemia, prevenire gli scenari che si stanno verificando in tanti Paesi europei: con questo esplicito obiettivo Bergamo introduce in queste ore l’obbligo di indossare mascherine all’aperto nei luoghi più affollati e frequentati della città, dalla Corsarola a Piazza Matteotti.

La decisione del sindaco di Bergamo Giorgio Gori, in accordo con il Prefetto Enrico Ricci e sentite le associazioni di categoria del commercio, è coerente con le misure prese dal Governo e in linea con quella di diversi altri primi cittadini del nostro Paese: nelle scorse ore misure simili sono state annunciate anche in città come Milano, Padova, Firenze, Aosta. L’ordinanza è stata firmata nella tarda mattinata di giovedì 25 novembre (clicca qui per il testo originale) e prevede l’inizio delle restrizioni sabato 27 novembre.

Attualmente le mascherine sono obbligatorie all’aperto solo a partire dalla zona gialla – anche se le norme previste anche per la zona bianca danno la possibilità di prevedere l’obbligo di indossare il dispositivo di protezione individuale qualora non si riesca a garantire il distanziamento -, la prima fascia di rischio epidemiologico dopo quella bianca, ma la decisione dei sindaci punta ad evitare un ulteriore aumento dei contagi, soprattutto in previsione di particolari affollamenti (come i mercati di Natale, le vie dello shopping natalizio, ecc.) nelle prossime settimane.

I contagi a Bergamo sono in lenta, ma costante crescita, seppur la situazione sia ancora sotto controllo e, anzi, una delle migliori in Italia: l’incidenza è passata nei giorni scorsi da 26 a 57 contagiati ogni 100mila abitanti e son 43 le persone attualmente ricoverate all’ospedale Papa Giovanni.

La lista delle vie cittadine nelle quali viene introdotto l’obbligo di mascherina all’aperto, a partire da sabato 27 novembre, tutti i giorni dalle ore 10 alle ore 22, comprende sia luoghi di Bergamo Alta che di Bergamo Bassa. Eccoli:

In città bassa:
- piazzale degli Alpini
- viale Papa Giovanni XXIII
- viale Roma
- Galleria Fanzago
- Largo Porta Nuova
- Sentierone
- via XX Settembre
- via Tiraboschi
- piazza Pontida
- largo Rezzara
- via Borfuro
- via Sant’Orsola
- via Sant’Alessandro (nel tratto compreso tra Largo Rezzara e via Garibaldi)
- via Tasso
- via Pignolo bassa
- piazzetta Santo Spirito
- piazza Matteotti
- Piazza Cavour
- piazza Vittorio Veneto
- passaggio Zeduri
- passaggio Bruni
- piazzetta antistante la stazione bassa della Funicolare

In Città Alta
- piazza Mercato delle Scarpe
- via Gombito e via Colleoni (Corsarola)
- piazza Mascheroni
- piazza Cittadella
- largo Colle Aperto
- piazza Vecchia

La notte di Capodanno l’obbligo si estende fino alle 2 del giorno dopo.

Non solo: l’obbligo di utilizzo della mascherina all’aperto si estende anche ai mercati della città. La Polizia Locale è incaricata di svolgere i controlli: eventuali sanzioni per inosservanza delle nuove misure vanno da 400€ a 3000€.

«Obbligo di mascherina a Bergamo nelle vie dello shopping natalizio, nei luoghi più frequentati e nei mercati, da sabato al 31 dicembre. Siamo in zona bianca e ci vogliamo restare, per evitare limitazioni della nostra libertà e chiusure che danneggerebbero le attività economiche» ha scritto su twitter il Sindaco Giorgio Gori.


© RIPRODUZIONE RISERVATA