Covid, i dati «riallineati»: in Lombardia 25.132 nuovi positivi con oltre 84 mila tamponi, a Bergamo +1.675 casi

Coronavirus Nel report di mercoledì 29 giugno la Regione ha riallineato i dati con il recupero di quanto non era stato conteggiato martedì, quando c’era stato un errore nella rendicontazione dei tamponi.

Covid, i dati «riallineati»: in Lombardia 25.132 nuovi positivi con oltre 84 mila tamponi, a Bergamo +1.675 casi

Con 84.452 tamponi effettuati è di 25.132 il numero di nuovi positivi al Covid registrati in Lombardia, con un tasso di positivitàal 29,7% (ieri era all’11,2%). È quanto si legge nel report regionale di mercoledì 29 giugno. Il numero dei ricoverati è in aumento nelle terapie intensive (+4, 21) e nei reparti (+17, 854). Sono 9 i decessi che portano il totale da inizio pandemia a 40.816. Per quanto riguarda le province, a Milano sono stati segnalati 9.212 casi (di cui 3.779 in città), a Bergamo 1.675, a Brescia 2.700, a Como 1.327, a Cremona 700, a Lecco 871, a Lodi 521, a Mantova 998, a Monza e Brianza 2.348, a Pavia 1.544, a Sondrio 309 e a Varese 2.175.

Il «recupero»

Sui numeri di oggi pesa il «riallineamento» sul bollettino di martedì, i cui dati risultavano incompleti. Infatti, nonostante al martedì di solito si registrino i dati più alti dell’intera settimana, martedì 28 giugno i valori assoluti del contagio erano stati addirittura inferiori a quelli di lunedì. Da Palazzo Lombardia avevano spiegato che c’era stato un errore sulla rendicontazione dei tamponi. Ci si aspettava, quindi, che già il bollettino di mercoledì 29 portasse a un riallineamento dei dati, anche sulle singole province, col recupero di quanto non comunicato il giorno precedente.

I dati di martedì

Martedì in Lombardia erano emersi «solo» 2.375 nuovi contagi: erano stati invece 3.043 lunedì e 6.941 domenica, mentre lo scorso fine settimana si viaggiava oltre quota 8mila nuovi casi giornalieri; lo scorso martedì i nuovi casi in Lombardia erano stati 9.900, martedì ci si aspettava di tornare oltre quota 10mila (come non capitava dal 27 aprile). Sono arrivati valori differenti. Il bollettino di martedì ha appunto indicato solo 21.153 tamponi analizzati (martedì scorso, per esempio, erano stati 44.586 i test processati in Lombardia), e dunque col tasso di positività dimezzato all’11,23% (da una settimana oscillava invece tra il 21 e il 22%). Naturalmente, ne hanno risentito anche i dati provinciali: in Bergamasca martedì sono state comunicate 220 nuove infezioni, martedì scorso erano state 601. Erano invece corretti i dati sulla pressione ospedaliera.

© RIPRODUZIONE RISERVATA