Covid, zero casi in 80 Comuni - La mappa Bergamo, focolai attivi in cinque paesi

Covid, zero casi in 80 Comuni - La mappa
Bergamo, focolai attivi in cinque paesi

Ecco l’elenco dei casi di Covid Comune per Comune dell’ultima settimana in provincia di Bergamo. I dati del Servizio epidemiologico aziendale di Ats.

Ottanta comuni della Bergamasca non hanno registrato nuovi casi di Covid nell’ultima settimana. Lo rende noto Ats Bergamo nel report curato dal Servizio epidemiologico aziendale di Ats Bergamo. Restano elevati invece i tassi di incidenza in alcuni comuni come Villa d’Adda, Solto Collina, Suisio, Torre Pallavicina e Fara Gera d’Adda, con ogni probabilità per la presenza di focolai attivi, spiegano gli esperti di Ats. I focolai sono per lo più dovuti a contati intra-familiari. In tutto nell’ultima settimana, dal 25 novembre all’1 dicembre, in Bergamasca si sono registrati 1162 nuovi casi di Covid .

Clicca qui per la mappa dei contagi e il dettaglio comune per comune nella settimana dal 25 novembre al 1° dicembre.

La mappa dei casi Covid di Ats Bergamo nella provincia di Bergamo per la settimana 25 novembre - 1 dicembre

La mappa dei casi Covid di Ats Bergamo nella provincia di Bergamo per la settimana 25 novembre - 1 dicembre
(Foto by Ats Bergamo)

«La dimensione statistica dei nuovi casi identificati su base comunale (e il relativo tasso di incidenza per 1.000 abitanti) conferma, per la settimana che va dal 25 novembre all’1 di dicembre, la persistenza di una situazione di maggiore criticità sul distretto Bergamo Ovest, con particolare riguardo alle aree di Treviglio e dell’Isola Bergamasca» spiegano Alberto Zucchi, Elvira Beato, Roberta Ciampichini del Servizio epidemiologico aziendale di Ats Bergamo.

«Vi sono elevati tassi di incidenza in alcuni comuni, presumibilmente per la presenza di focolai attivi in particolare, Villa d’Adda, Solto Collina, Suisio, Torre Pallavicina e Fara Gera d’Adda – spiegano gli esperti –. Di contro, il numero di Comuni con zero casi incidenti è salito ad 80 (comuni con colore bianco nella mappa ndr)».

La mappa è costruita sulla base di una scala colorimetrica per quintili (suddivisione di 5 classi di valori della distribuzione dei valori del tasso di incidenza); a quintile più elevato, il colore diventa più intenso. L’insieme degli indicatori esprime complessivamente, a livello provinciale, una situazione di progressiva riduzione della curva epidemica. Deve tuttavia permanere elevata l’attenzione sulle aree del Distretto Bergamo Ovest, nonché su singoli comuni di altri Distretti in cui sono insorti focolai (in gran parte di natura intra-famigliare). Ricordiamo nuovamente la necessità di rispettare – e far rispettare – rigorosamente le norme previste sul distanziamento sociale e sull’utilizzo dei mezzi di protezione individuale (mascherina, lavaggio delle mani in primis).


© RIPRODUZIONE RISERVATA