Da dove è arrivato il meteorite nel cielo? Un residuo della cometa di Halley - Video

Da dove è arrivato il meteorite nel cielo?
Un residuo della cometa di Halley - Video

L’alba, il tramonto, la luna e perfino un bolide luminoso nel cielo. Per gli amanti dei paesaggi spettacolari è stato un mercoledì unico. Ma da dove è arrivato quel meteorite? Parola a 3BMeteo.

Una striscia luminosa nel cielo, velocissima. Molti bergamaschi hanno strabuzzato gli occhi mercoledì sera guardando lo spettacolare tramonto regalato dal Favonio che ha spazzato il cielo nel Nord Italia: all’improvviso è comparsa una specie di stella cadente molto luminosa. Era un bolide, un meteorite, avvistato in tutte le regioni settentrionali d’Italia come testimoniano le segnalazioni ufficiali riportate dal sito Prisma. Ne sono arrivate alcune anche dalla provincia di Bergamo: Alzano lombardo, Capriate San Gervasio, Bonate Sopra. Ma da dove è arrivato? È un frammento di roccia spaziale che si è disintegrato a contatto con l’atmosfera lasciando nel cielo una lunga scia di colore verdastro. Come riporta 3BMeteo, probabilmente si tratta di un frammento appartenente alla scia delle Orionidi, i residui della cometa di Halley.

Entrano nell’atmosfera terrestre a una velocità di circa 60 chilometri al secondo lasciandosi dietro una scia giallo-verde. «Le Orionidi -, spiegano dall’Unione astrofili italiani - mostrano un radiante diffuso, tassi orari irregolari e probabilmente più massimi. Mostrano meteore in genere di debole luminosità, frammiste a bolidi occasionali. Recentemente sono stati osservati tassi di meteore più sostenuti. Il radiante, osservabile dalla mezzanotte circa, raggiunge la maggiore altezza (oltre 60°) all’alba». Quest’anno la notte di maggiore attività è stata quella tra il 21 e il 22 ottobre, ma lo spettacolo è arrivato in coda, mercoledì 24.


© RIPRODUZIONE RISERVATA