Dai centri per l’impiego lavoro per 1 su 10 «Reddito di cittadinanza? Meglio il posto»
Il Centro per l’impiego della Provincia di Bergamo (Foto by Bedolis)

Dai centri per l’impiego lavoro per 1 su 10
«Reddito di cittadinanza? Meglio il posto»

Viaggio nei Centri per l’impiego di Bergamo: tante domande e poco personale per rispondere. E chi è in fila per un posto dice: «Il reddito di cittadinanza non ci interessa, meglio un lavoro».

Se si considerano sia i collocamenti diretti sia indiretti tramite orientamento o segnalazione alle agenzie, una stima di massima degli assunti a fronte delle richieste ricevute si colloca sull’8-10%: quindi circa una persona su dieci trova lavoro (rispetto a una media nazionale del 3%). Sono i numeri dei Centri per l’impiego della provincia di Bergamo, comunque in sofferenza per quanto riguarda l’organico. A fronte degli attuali 66 dipendenti dei servizi per il lavoro, di cui 51 per i dieci centri orobici, il fabbisogno è di almeno 25 unità in più. Da un viaggio al centro cittadino di via Pizzo Presolana emergono le storie dei giovani ma anche dei cinquantenni in cerca di un’occupazione: 40-50 persone in fila ogni giorno. «Reddito di cittadinanza? Non ci interessa: vogliamo lavorare» dicono.


Approfondisci di più l’argomento acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 4 novembre 2018.

© RIPRODUZIONE RISERVATA