Degrado in via Pascoli, l’assessore: «Anche noi frustrati, vigileremo»

Degrado in via Pascoli, l’assessore:
«Anche noi frustrati, vigileremo»

Sono poche le armi a disposizione della Polizia locale per contrastare il degrado in centro a Bergamo. Una di queste sono i controlli sistematici sulle zone più a rischio, come via Pascoli, dove da più di un anno stazionano balordi.

I cittadini hanno più volte segnalato il problema all’amministrazione comunale, che ha già disposto controlli. «La situazione è ben nota sia all’assessore che al commando della polizia locale – spiega l’assessore alla Sicurezza Sergio Gandi rispondendo a un’interpellanza della Lega Nord -. La chiusura dell’ufficio postale lungo un lati della via e del pubblico esercizio sul lato opposto hanno determinato il progressivo stato di abbandono della via che, nonostante la presenza di condomini intensamente abitati, ha favorito la permanenza di senza fissa dimora e di persone che vi stazionano senza motivo, dedite al bivacco, al consumo di bevande alcoliche e, in maniera meno consapevole, all’imbrattamento della strada e delle aiuole utilizzate come latrine e come cestini portarifiuti a cielo aperto. Le testimonianze degli abitanti sono innumerevoli. Sono personalmente molto dispiaciuto che si sia venuta a determinare questa situazione e che le persone che stazionano nella via non intendano accogliere i reiterati inviti a recarsi presso strutture di accoglienza».

Non è possibile risolvere il problema da un giorno all’altro. «Tali soggetti possono essere identificati e, se nel del caso, sanzionati ai sensi del regolamento comunale di Polizia urbana (con sanzioni amministrative di natura pecuniaria che nella maggior parte dei casi non vengono onorate), ma non possono essere sottoposti a provvedimenti restrittivi dal momento che tali comportamenti non hanno, appunto rilevanza penale – continua Gandi -. La frustrazione che coglie il cittadino o il consigliere comunale è la stessa che molto spesso vive l’amministratore pubblico, stretto tra norme sanzionatorie in effettive, scarsità di agenti, leggi ipergarantiste in materia penale ed in tema di immigrazione, fenomeni endemici difficili da sradicare, presenti da tempo immemorabile nei dintorni della via cui si riferisce l’interrogazione. La polizia locale ha effettuato numerosi controlli in via Pascoli anche in occasione di servizi coordinati con la Guardia di Finanza. E’ intenzione dell’amministrazione proseguire con ancor maggior vigore nei suddetti controlli che solo se effettuati con costanza possono determinare il progressivo disinteresse di tali soggetti, disturbati nelle loro attività, per la zona interessata».


© RIPRODUZIONE RISERVATA