Desenzano, incendio in discoteca Panico e 700 evacuati nella notte

Desenzano, incendio in discoteca
Panico e 700 evacuati nella notte

Un incendio all’impianto di aerazione ha costretto nella notte tra sabato 24 e domenica 25 febbraio all’evacuazione delle circa 700 persone che si trovavano all’interno della Discoteca Art di Desenzano del Garda.

L’incendio si è sviluppato pochi minuti prima delle 2 per cause ritenute del tutto accidentali all’esterno della struttura, ma i fumi sprigionati dalla combustione hanno presto invaso attraverso i bocchettoni di condizionamento l’intero locale. Il personale addetto alla sicurezza ha immediatamente fatto evacuare l’edificio che si trova in via del Mella, nella zona industriale di Desenzano del Garda.

Comprensibile lo sgomento delle centinaia di giovanissimi che si trovavano nel locale Decine le chiamate giunte alla sala operativa dei Vigili del Fuoco da parte degli utenti terrorizzati. Il bilancio complessivo è di 17 intossicati, trattati sul posto dal personale sanitario giunto con diverse ambulanze da Brescia e dal Mantovano, oltre che con l’elisoccorso decollato nella notte dal Civile di Brescia, e successivamente smistati nei vari ospedali della zona. Vanno inoltre aggiunti diversi avventori della discoteca che si sono presentati autonomamente ai vari pronto soccorso accusando malori.

Sul posto sono intervenute quattro squadre dei Vigili del Fuoco giunte da Brescia oltre che da Desenzano, Salò, e Castiglione con diversi mezzi di supporto, data l’iniziale indicazione di un incendio sviluppatosi verosimilmente all’interno della discoteca. Presenti anche i funzionari del Comando di via Scuole e lo stesso comandante provinciale, ing. Agatino Carrolo. Con loro anche i Carabinieri di Desenzano.

Laconico nella notte il comunicato diffuso a mezzo Facebook dai gestori del locale, al momento dichiarato inagibile in attesa che venga riqualificato l’impianto di trattamento dell’aria. Un comunicato definito «triste» in cui si dà conto dell’accaduto e si ringraziano tutti i presenti che hanno partecipato a vario titolo alle operazioni di evacuazione, consentendo che tutto si svolgesse per il meglio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA