Digitale? Bello, ma ricordate la Polaroid? È tornata di moda e c’è anche un corso
Andy Wharol con la Polaroid

Digitale? Bello, ma ricordate la Polaroid?
È tornata di moda e c’è anche un corso

Nell’era della fotografia digitale, torna di moda la fotografia «fisica», reale e istantanea delle Polaroid. Ve le ricordate? E a Bergamo il 31 marzo ci sarà anche un corso.

Guardare attraverso un obiettivo e pensare all’inquadratura, aspettare l’attimo giusto e infine scattare, sentendo il rumore meccanico del click e poi ancora estrarre la carta fotografica e aspettare che l’immagini si colori e prenda forma. Nell’era della fotografia digitale, c’è qualcosa che è ancora più istantaneo si chiama Polaroid e non è un’invenzione dei nostri giorni bensì degli anni intorno al 1950. E proprio quando una cosa diventa obsoleta, si attiva spesso un meccanismo inverso che ritorna di moda. Si tratta del Vintage e mai come in questo caso avere qualcosa di fisico tra le mani e poter vedere la fotografia stampata su carta dopo pochi minuti da un gusto ancora più particolare. Così come nella musica è tornato prepotentemente il vinile, nella fotografia è tempo del ritorno al passato con le macchine fotografiche istantanee proprio come la Polaroid. Ve la ricordate? per i più giovani è questa.

polaroid

polaroid

Fujifilm ne ha fatto un’intera linea, Instax, che va dalla compatta Mini 8 fino alla più grande Wide 210, dotata anche di display Lcd. Un’altra casa storica, Lomo (le cui iconiche macchinette dal 2006 vengono riprodotte da un’azienda cinese che ne ha ripreso il marchio) offre un’ampia gamma di fotocamere istantanee, a partire dalla economica White Edition, venduta a 99 euro, fino alla più complessa Wide Central Park, da 259 euro. Anche la stessa Polaroid ha provato a produrre una nuova fotocamera che stampa le foto al momento: si tratta di Snap, macchinetta compatta dalla scocca in plastica colorata che costa circa 130 euro.

La nuova Polaroid

La nuova Polaroid

C’è poi chi ha fatto del ritorno alla «vera» Polaroid una vera e propria missione. Non a caso il nome dell’azienda in questione è Impossible: quest’ultima nel 2008 decise di acquistare l’ultimo stabilimento Polaroid a Enschede, in Olanda, subito prima che venisse dismesso. Ripartendo quasi da zero, trascorse diversi anni a reperire vecchie macchine Polaroid in giro per il mondo e a ricondizionarle, mantenendo in vita la pellicola e il suo formato tradizionale.

polaroid

polaroid

E Bergamo non è da meno, la passione per la Polaroid è tornata anche qui tanto che è nato un gruppo di amatori e un gruppo Facebook che organizza corsi e workshop. In un mondo dove tutto è tutto istantaneo si può scoprire vera fotografia istantanea con un workshop, che va alla scoperta di uno sviluppo creativo dell’immagine fotografica attraverso le Polaroid. Venerdì 31 marzo a partire dalle 19 presso La Cameranera in via Longo 11 a Bergamo. Dopo una prima parte introduttiva sulla storia e gli utilizzi delle Polaroid fino ad oggi, i partecipanti verranno accompagnati in ogni fase della realizzazione di una propria fotografia in emulsion lift. Che cos’è un lift? E’ il distacco dell’emulsione dalla polaroid e l’applicazione della gelatina su un diverso supporto. In questo caso su tela.

Ogni partecipante si porterà a casa un pezzo unico di una propria immagina fotografica.La durata è di circa 3 ore, il costo di 80,00 euro (materiali inclusi). Per informazioni: (+39) 329 5403179 - [email protected]


© RIPRODUZIONE RISERVATA