Dopo la Ferrari, ora l’Aston Martin Nuovo sequestro di lusso a Bergamo
L’Aston Martin sequestrata dalle Fiamme Gialle

Dopo la Ferrari, ora l’Aston Martin
Nuovo sequestro di lusso a Bergamo

Lui è stato già arrestato per bancarotta fraudolenta, ora gli è stata sequestrata un’altra auto di lusso. Si tratta di un lecchese, «amministratore di fatto» di numerose società operanti nelle provincie di Lecco e Bergamo.

La Guardia di Finanza di Lecco, dopo averlo arrestato lo scorso maggio, per gravi reati fiscali, ha rinvenuto e sottoposto a sequestro presso un garage della Bergamasca un’Aston Martin di proprietà di una società elvetica riconducibile anch’essa al professionista lecchese.

L’Aston Martin sequestrata va ad aggiungersi al sequestro di beni mobili ed immobili in Costa Smeralda, Lecco e Bergamo ed a cinque autovetture e un motoveicolo, rintracciati in vari silos siti nelle provincie di Lecco, Bergamo e Sassari, tutti riconducibili al consulente. Si tratta di una autovettura Ferrari modello F430, di due Porsche (una modello Boxster ed una 911 Turbo), di una Mini Cooper e di una Jeep Wrangler, oltre ad un motoveicolo Yamaha e disponibilità finanziarie liquide per un valore complessivo di oltre due milioni di euro.

Nel complesso, le indagini svolte dai militari del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Lecco, sotto la direzione del Sostituto Procuratore della Repubblica di Lecco, Nicola Preteroti, hanno permesso di individuare e sottoporre a sequestro ingenti disponibilità finanziarie, beni immobili e mobili tra cui numerosi beni di lusso. Complessivamente i finanzieri hanno sottoposto a sequestro preventivo finalizzato alla confisca: 26 immobili siti nelle provincie di Lecco, Bergamo, Sassari e Catania; 34 appezzamenti di terreno; le quote sociali di 7 società; denaro contante per oltre €.700.000; 6 lussuose autovetture ed un motoveicolo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA