Dopo l’ultima campanella i lavori A Bergamo più sicurezza nelle scuole

Dopo l’ultima campanella i lavori
A Bergamo più sicurezza nelle scuole

A pochi giorni dal termine dell’anno scolastico si avviano i nuovi lavori del piano per l’edilizia scolastica per migliorare l’accoglienza degli ambienti, la qualità delle strutture sportive e la sicurezza dei percorsi casa-scuola.

«Con la chiusura delle scuole riprendiamo con il piano per l’edilizia scolastica, prestando particolare attenzione alle palestre e alle strutture sportive” ha affermato l’Assessore all’Istruzione Loredana Poli, “A meno di un anno dall’apertura della nuova scuola Codussi partiamo ora con la costruzione della sua nuova palestra, che sarà preceduta dalla demolizione della vecchia struttura: il polo scolastico sarà così completo. Interverremo in altre scuole rifacendo bagni, ritinteggiando e rifacendo la pavimentazione di palestre, in modo da creare un ambiente il più accogliente possibile. In collaborazione con gli altri Assessorati, inoltre, stiamo realizzando percorsi sicuri nei più frequentati tratti casa-scuola. Alcuni interventi sono stati decisi in seguito alle segnalazioni dei cittadini e delle scuole, soprattutto nell’ambito del progetto A scuola di cittadinanza: lavori dunque frutto della sinergia tra le scuole – con tutte le sue componenti: insegnanti, genitori, etc. – e tre Assessorati, all’Istruzione, alla Mobilità e ai Lavori pubblici».

Più nel dettaglio, verrà rifatta la pavimentazione nella scuola materna di Monterosso e in alcuni ambienti della primaria Rodari, e verranno ristrutturati gli spogliatoi delle palestre della scuola media di Colognola e della primaria di Monterosso, in cui si interverrà anche sui bagni; due scuole, la primaria di Monterosso e la secondaria di Santa Lucia, verranno dotati di impianti di linea vita, ovverosia l’insieme di ancoraggi alle quali si agganceranno gli addetti ai lavori di futuri interventi di manutenzione. Il costo complessivo dei lavori, che avranno una durata di 180 giorni, è di 650 mila euro. Non si interverrà solo sulle scuole ma anche sui tratti che ad esse conducono, al fine di aumentare la sicurezza dei pedoni: si punterà dunque sul miglioramento dell’accessibilità (eliminando, per esempio, le barriere architettoniche), sulla percepibilità degli attraversamenti pedonali e sulla riduzione della velocità delle automobili. Tra i 7 interventi previsti vi sono la attesa rotatoria nel quartiere San Paolo, nuovi attraversamenti pedonali (e in alcuni casi lo spostamento di essi, come in via Spino in cui l’attraversamento attualmente termina su un accesso carrale), e piste ciclopedonali in prossimità di scuole, come in via Fornoni. Il costo complessivo dei lavori è di 300 mila euro, ed il progetto è visibile qui: http://bit.ly/2sUarJ1

Sono inoltre partiti questa mattina i lavori del cantiere per la costruzione della nuova palestra della scuola media Codussi: il nuovo edificio sarà costituito da tre piani, in cui il piano terra sarà destinato a tutti i servizi e agli spazi per l’attività sportiva, mentre per il primo piano è prevista un’area terrazzata e coperta da un giardino pensile; il piano interrato verrà destinato a un locale tecnico e a un grande archivio. Le dimensioni della nuova palestra consentiranno di avere sia il campo da pallacanestro sia quello da pallavolo e sarà dotata di spogliatoi, di infermeria e di deposito per gli attrezzi. Contestualmente ai lavori della palestra verranno eseguiti anche quelli del parcheggio esterno. «Stiamo mettendo in atto piani mirati per tutelare la fascia più debole sulle nostre strade, ovvero quella dei pedoni, un intervento tanto più importante perché realizzato in corrispondenza delle scuole cittadine” ha affermato l’Assessore ai Lavori pubblici Marco Brembilla, “siamo intervenuti in numerosi punti che ci sono stati segnalati dai cittadini: le richieste sono molto, ma stiamo lavorando con impegno per migliorare infrastrutture e sicurezza per le nostre scuole. Il piano è stato avviato lo scorso anno con numerosi interventi per un valore di 650mila euro, ma il Comune ha speso altri 2 milioni per la nuova Codussi e la messa in sicurezza della scuola Munari a Redona. Proseguiamo quindi con un trend di investimenti importante sulle scuole della nostra città, con un impegno che intendiamo confermare anche nei prossimi anni».


© RIPRODUZIONE RISERVATA