Lo spettacolo della storica eclissi Guarda le foto della luna rossa

Lo spettacolo della storica eclissi
Guarda le foto della luna rossa

Sulle Mura ad aspettare l’eclissi di luna: dopo una prima delusione, la meraviglia dalle 22.30.

Tutti con il naso all’insù in Città Alta, sulle Mura venete, ma anche in provincia, nei rifugi e in montagna. Dopo una iniziale delusione probabilmente a causa della visibilità scarsa, dalle 22 la luna si è svelata in ogni zona della provincia di Bergamo. Dalla Bassa fino alle montagne, tantissime foto sono state postate sui social network.

Milioni di persone hanno atteso lo spettacolo unico e rarissimo, il più ricco di eventi astronomici da molti anni a questa parte, con l’eclissi totale di Luna più lunga del secolo (un’ora e 43 minuti) e la grande opposizione di Marte, la più spettacolare dal 2003. Mentre la Luna si tingeva di rosso per l’eclissi, il pianeta rosso appariva nel cielo più grande del dieci per cento. In Italia l’eclissi è stata visibile in modo spettacolare e anche questo ha un significato particolare.

Marte infatti nelle ultime ore ha fatto parlare di sé per la scoperta italiana del suo primo lago di acqua liquida sotto i suoi ghiacci. Stasera si trova nella posizione esattamente opposta al Sole rispetto alla Terra e il 31 luglio sarà alla minima distanza dal nostro Pianeta, pari a 57.590.630 chilometri. A tingere di rosso la Luna è invece la sua posizione rispetto alla Terra: quest’ultima si trova tra il Sole e la Luna e proietta sul satellite un cono d’ombra.

Tante le iniziative organizzate in tutta Italia dall’Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf), che ha aperto le porte di alcuni dei suoi osservatori, e dall’Unione Astrofili Italiani (Uai), che ha messo a disposizione di tutti gli appassionati i propri telescopi amatoriali. Chi non ha potuto osservare lo spettacolo dell’eclissi dal vivo, come chi vive negli Usa, ha avuto la possibilità di seguirla da casa in streaming, grazie al Virtual Telescope Project che ha trasmesso online la notte in rosso.


© RIPRODUZIONE RISERVATA