Ecco la carta d’identità elettronica - Foto Impronte digitali e donazione organi
Un fac simile della carta (Foto by Ansa)

Ecco la carta d’identità elettronica - Foto
Impronte digitali e donazione organi

Arriva in tutta Italia la nuova carta d’identità elettronica, progetto atteso da quasi venti anni. Avrà le impronte digitali e anche la possibilità di indicare la scelta sulla donazione degli organi. In alcuni Comuni era già disponibile.

Il ministero dell’Interno ha pubblicato in Gazzetta ufficiale il decreto, di concerto con ministeri P.A. ed Economia, con le regole di emissione della norme previste dal Dl Enti Locali. Dopo tanti stop and go sono state quindi messe a punto le procedure per l’implementazione definitiva di un’operazione che era stata ideata nel 1997, aveva registrato varie sperimentazioni e anche il rilascio di alcune carte d’identità elettroniche.

Un fac simile della nuova carta

Un fac simile della nuova carta
(Foto by Ansa)

Ma il progetto non è decollato e così si è pensato a un documento digitale unico, con l’incorporazione della tessera sanitaria. Poi, però, anche questo si è fermato e il governo Renzi ha deciso di ripartire con una nuova Carta, stanziando nel dl Enti locali della scorsa estate anche delle risorse ad hoc.

Oltre alle impronte digitali (bimbi esclusi) e alla possibilità per i maggiorenni di indicare la volontà o meno di donare gli organi, ci sarà un Pin che permetterà l’accesso ai servizi online dedicati. Il piano per il rilascio sarà graduale e le tappe saranno fissate da una commissione ad hoc. Potranno chiedere la nuova carta tutti coloro che si apprestano ad avere la loro prima carta d’identità, chi l’ha smarrita, chi l’ha deteriorata o chi la deve rinnovare perché scaduta. La richiesta potrà anche essere fatta sul web.

© RIPRODUZIONE RISERVATA