«Errore in bolletta, ecco il rimborso» Ma nella mail c’è un virus che spilla soldi

«Errore in bolletta, ecco il rimborso»
Ma nella mail c’è un virus che spilla soldi

Ancora una truffa sul web: una finta email con il logo dell’Enel invita gli utenti a cliccare su un link per ottenere un rimborso. In realtà è un virus che prende in ostaggio il computer e chiede il riscatto per lo sblocco: un’estorsione in piena regola.

Nell’email, che a un primo sguardo potrebbe sembrare davvero proveniente dall’Enel, viene chiesto agli utenti di cliccare su un link e inserire i propri dati per ricevere un rimborso. In realtà il link contiene l’ormai famoso «Cryptolocker», virus che tiene letteralmente in ostaggio il pc. Il malware si diffonde appunto tramite un allegato di posta elettronica e si presenta come un allegato di tipo «zip», che contiene un file eseguibile.

Una volta installato, il malware blocca il computer e per lo sblocco chiede un pagamento di 300 dollari o euro con un voucher anonimo e prepagato (es. MoneyPak o Ukash), oppure 0.5 Bitcoin. Il pagamento deve essere effettuato entro 72-100 ore, altrimenti la chiave privata viene cancellata definitivamente rendendo impossibile ripristinare i file. Occorre prestare molta attenzione, dunque, prima di cliccare sui link contenuti nelle email. L’appello ai cittadini contro questa truffa è stato rilanciato dalla pagina Facebook «Una vita da social» che fa capo alla Polizia di Stato.


© RIPRODUZIONE RISERVATA