Estivi, giro di vite in Città Alta Cala il sipario su San Giacomo?

Estivi, giro di vite in Città Alta
Cala il sipario su San Giacomo?

Palafrizzoni vuole ridurre da 3 a 2 gli spazi: dovrebbero restare solo San Michele e Sant’Agostino.

Dopo aver regolamentato gli accessi, a Palafrizzoni si sta lavorando per «alleggerire» la movida di Città Alta. L’orientamento è ridurre da tre a due gli estivi lungo le Mura: confermati Sant’Agostino e San Michele, salvo dietrofront il sacrificato dovrebbe essere San Giacomo, uno degli spalti più ambiti (ben quattro le richieste giunte lo scorso anno proprio per la sua grande attrattività, che più di una volta ha portato a momenti di grande afflusso.

L’idea è garantire una distribuzione più omogenea valorizzando altre aree come il parco Goisis a Monterosso o il parco della Trucca dove, tra l’altro, è possibile andare ben oltre gli orari di apertura previsti in Città Alta. In questo modo si arriverebbe anche a ridurre il traffico di moto e scooter in Città Alta, risolvendo così anche i problemi di sosta selvaggia.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo del 10 marzo

© RIPRODUZIONE RISERVATA