Fa caldo? Sul treno ancora di più I pendolari: 50 gradi, no aria condizionata

Fa caldo? Sul treno ancora di più
I pendolari: 50 gradi, no aria condizionata

Il purtroppo annoso problema quando scoppia il caldo: i treni diventano un forno e alcuni pendolari ci hanno segnalato come hanno viaggiato venerdì 4 agosto.

Fa caldo? Anche di più sui treni, come hanno segnalato dei pendolari nella giornata del 4 agosto. «Nella settimana più calda dell’anno, i treni spesso e volentieri sono senza aria condizionata. In particolare, il 17.31 da Milano Porta Garibaldi a Bergamo, via Carnate, aveva ben 0 (zero) carrozze refrigerate» scrive un lettore.

Segnalazione che finisce anche in Fb e in redazione arriva in particolare questa testimonianza, oltre a quelle pubblicate sui Social: «La temperatura interna è stata da più utenti misurata oltre i 50°C - scrive un giovane lettore -. Io mi chiedo: a bordo ci sono anziani, bambini e donne incinte. Si aspetta, come sempre in Italia, che ci scappi il morto prima di agire? Davvero questo è il meglio che la Lombardia è in grado di offrire ai propri contribuenti? Perché è facile viaggiare sui treni quando questi sono stati tirati a lucido per l’occasione». Su Fb segnalano problemi all’aria condizionata su altri treni: il 18.31 via Carnate, il 17.05 da Centrale, il 18.05 da Centrale e il 18.22 da Porta Garibaldi.

E c’è un’altra testimonianza: «Delle 14,31 da Porta Garibaldi due carrozze avevano l’aria condizionata, il resto nulla. Il treno si è fermato poi mezz’ora in mezzo ai campi per un guasto di un altro treno. A causa del caldo atroce sono state prese d’assalto le uniche due carrozze fresche».


© RIPRODUZIONE RISERVATA