Festa del cioccolato, pienone in centro  Viale Roma chiusa, ma è caos auto - Foto

Festa del cioccolato, pienone in centro
Viale Roma chiusa, ma è caos auto - Foto

Degustare il cioccolato, liberi dallo smog, senza il rumore dei motori a disturbare la delizia. Sarebbe proprio così se non fosse che comunque il consiglio di lasciare l’auto a casa non è stato preso in considerazione da molti, con lunghe code in centro, nonostante la chiusura.

Il tratto di viale Roma compreso tra Porta Nuova e via Petrarca (all’incrocio con via Verdi) è stato off limits alle auto domenica pomeriggio con la chiusura domenicale al traffico, stabilita dal Comune di Bergamo. Questo per permettere alla Festa del cioccolato si essere il più «green» possibile.

Dalla Sicilia con il famoso cioccolato di Modica, al Piemonte, patria dei «cuneesi», passando per il Molise e la Toscana, con una sosta obbligata in Umbria, rappresentata da un famoso maître chocolatier di Perugia, città del «bacio». L’evento è organizzato da Anva Confesercenti in collaborazione con il Comune di Bergamo, e ha portato in centro città 23 espositori. In piazza cioccolato made in Italy con un’incursione: in arrivo dal Belgio, annunciano da Anva Confesercenti, «un artista della pralina».

Previsto anche un altro ospite speciale, la pasticceria Balzer, «ha preparato una sorpresa nel suo stand, dove porterà le sue “Sinfonie donizettiane” – spiega Cesare Rossi, direttore Promozione Confesercenti -. È la prima volta che Balzer scende in piazza con noi. Siamo soddisfatti perché il nostro obiettivo è animare il centro, coinvolgendo anche il commercio stanziale. Puntiamo a ripetere il successo dello scorso anno, con 35mila persone». Pronto ad accoglierle il presidente Anva-Confesercenti «è una manifestazione che piace a tutti i golosi» spiega Giulio Zambelli.

Tantissime quindi le persone, ma anche molte le auto che hanno congestionato il centro, ancora più trafficato con la chiusura prevista dal Comune. Fin dal primo pomeriggio lunghe code e parcheggi intasati nella zona più centrale di Bergamo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA