Fine della tolleranza:  31 sanzioni nella seconda domenica a pagamento

Fine della tolleranza: 31 sanzioni
nella seconda domenica a pagamento

Tante ne sono state rilasciate domenica 22 gennaio dalla Polizia locale che ha eseguito controlli solo tra le vie Paglia, Ghislanzoni e Guglielmo D’Alzano.

Fine della tolleranza. Quella che è durata lo spazio di una domenica, la scorsa. Da ieri è scattato un primo giro di vite sulla sosta a pagamento nella cosiddetta nella cosiddetta «zona rossa» del centro cittadino di domenica. Le contravvenzioni contestate dagli agenti della Polizia locale sono state, infatti, complessivamente 3 1 ma l’area dei controlli sulle auto posteggiate si è limitato al «triangolo» tra via Paglia, via Ghislanzoni e via Guglielmo D’Alzano.

«In una giornata fitta di impegni, tra partita dell’Atalanta allo stadio, festa della Polizia e interventi di ordinaria gestione del traffico e degli incidenti, e quindi di intenso lavoro per il nostro personale, di più non si poteva fare», constata la comandante del Corpo, Gabriella Messina. Rispetto però al «bilancio zero», in termini di multe, di appena una settimana fa, la differenza c’è, e si vede: «In effetti - aggiunge -, se si considera la zona tutto sommato ristretta degli accertamenti, il numero delle contravvenzioni è piuttosto rilevante. Nelle prossime settimane provvederemo a intensificare ulteriormente l’attività. Diciamo che, piano piano, usciremo dalla fase ritenuta utile a fare in modo che tutti i cittadini siano informati della novità relativa ai parcheggi a strisce blu nel cuore di Bergamo».

Anche i parcometri hanno regolarmente funzionato; i display, dopo le verifiche di Atb, sono risultati corretti. Senza pretese di statistica, qualche rapido sopralluogo tra piazza Matteotti, viale Papa Giovanni e via Camozzi ha permesso di constatare che anche i ticket sui cruscotti sono sensibilmente aumentati: da circa il 40-50% del 15 gennaio al 60-70% di ieri.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 23 gennaio 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA