Folgorato mentre toglie l’edera da un palo Bruntino nel dolore per la morte di Fabio

Folgorato mentre toglie l’edera da un palo
Bruntino nel dolore per la morte di Fabio

L’incidente in via Colle dei Roccoli a Bergamo, vittima Fabio Mussetti, 28 enne che abitava a Bruntino di Villa d’Almè. Era su una scala per rimuovere l’edera da un palo della corrente. Lascia i genitori e due fratelli. La comunità nel dolore.

Doveva essere una giornata di lavoro come tante altre per Fabio Mussetti, 28 anni, artigiano di Villa d’Almè (frazione Bruntino), che venerdì 3 luglio stava lavorando come giardiniere insieme ad altri colleghi a Bergamo, in una proprietà privata in via Colle dei Roccoli (zona Pascolo dei Tedeschi). Mentre si trovava su una scala per potare un’edera avviluppata attorno a un palo della corrente, ha toccato un cavo a 380 volt ed è rimasto folgorato. Per lui, purtroppo, non c’è stato nulla da fare: è morto poco dopo essere stato trasportato d’urgenza all’ospedale Papa Giovanni XXIII. Mussetti, artigiano titolare di una piccola ditta, stava lavorando come giardiniere per conto di un’impresa di Sombreno, insieme ad altri giardinieri. L’équipe stava effettuando lavori di pulizia all’interno di una proprietà privata.

folgorato bergamo

folgorato bergamo

Fabio Mussetti abitava a Bruntino, frazione di Villa d’Almé, in via Cà dell’Orto insieme alla madre Mariarosa e il padre Stefano. Lascia anche due fratelli, Cristian di 31 anni e Luigi di 33. I familiari dopo essere stati tutta la giornata in pronto soccorso sono rientrati a casa verso le 20. «Sono distrutti dal dolore – sono state le parole del parroco di Bruntino, Fabio Carminati. Fabio era appassionato di trial e ben voluto da tutti. La data del funerale non è ancora stata fissata, in attesa dell’autopsia che sarà probabilmente disposta dall’autorità giudiziaria per chiarire le cause del decesso.


© RIPRODUZIONE RISERVATA