Gas e luce, arriva il Bonus Ecco come fare per ottenerlo

Gas e luce, arriva il Bonus
Ecco come fare per ottenerlo

Arrivano il Bonus Elettrico e il Bonus Gas, le agevolazioni introdotte dal Governo per ridurre la spesa sostenuta dai clienti domestici per la fornitura di energia elettrica e di gas naturale.

Il Bonus Elettrico è stato pensato per garantire un risparmio sulla spesa annua per l’energia elettrica a due tipologie di famiglie: quelle in condizione di disagio economico e quelle presso le quali vive un soggetto in gravi condizioni di salute mantenuto in vita da apparecchiature domestiche elettromedicali. Il bonus è riservato alle famiglie in difficoltà economica con Isee non superiore a 7.500 euro, soglia che si innalza fino a 20.000 per le famiglie con più di 3 figli a carico. L’agevolazione ha una durata prevista di 12 mesi, al termine dei quali occorre presentare una nuova domanda.

Per quello che riguarda invece il Bonus Gas, hanno diritto a usufruire dell’agevolazione quei clienti domestici che utilizzano gas naturale con un contratto di fornitura diretto o con un impianto condominiale se il loro indicatore Isee non è superiore a 7.500 euro. Nel caso di famiglie numerose (con più di 3 figli a carico), l’Iseenon deve invece superare i 20.000 euro.

«Si tratta di due iniziative – spiega l’«ssessore alle politiche energetiche del Comune di Bergamo Leyla Ciagà – sicuramente utili per garantire i servizi indispensabili di gas ed elettricità alle famiglie numerose o in condizioni di disagio economico nella nostra città. I cittadini che rispondono ai requisiti previsti e che vogliono usufruire di queste agevolazioni, non devono fare altro che contattare il Comune di Bergamo presentando l’apposita modulistica».

Il valore del bonus elettrico dipende dal numero di componenti della famiglia anagrafica ed è aggiornato annualmente dall’Autorità. Per l’anno 2015 questi sono i valori: 71 euro fino a 2 componenti per famiglia, 90 per 3-4, 153 oltre 4. L’importo del bonus viene scontato direttamente sulla bolletta elettrica, non in un’unica soluzione, ma suddiviso nelle diverse bollette corrispondenti ai consumi dei 12 mesi successivi alla presentazione della domanda. Ogni bolletta riporta una parte del bonus proporzionale al periodo cui la bolletta fa riferimento.

Per quello che riguarda il Bonus Gas, gli sconti previsti sono differenziati rispetto alla categoria d’uso associata alla fornitura di gas, alla zona climatica di appartenenza del punto di fornitura e al numero di componenti della famiglia anagrafica (persone legate da vincoli di matrimonio, parentela, affinità, adozione, tutela o da vincoli affettivi, coabitanti ed aventi la medesima residenza). Il valore del bonus è aggiornato annualmente dall’Autorità entro il 31 dicembre dell’anno precedente. Il Calcolo del Bonus (con sconti che vanno da 80 a 300 euro) può essere eseguito direttamente qui.

L’erogazione avviene con modalità differenti a seconda se la richiesta riguardi un impianto individuale (cliente diretto) o un impianto centralizzato (cliente indiretto). Per i clienti diretti: l’erogazione avviene attraverso la bolletta del gas. Non avviene in un’unica soluzione ma l’ammontare annuo è suddiviso nelle diverse bollette corrispondenti ai consumi dei 12 mesi successivi alla presentazione dell’istanza. Ogni bolletta riporterà una parte del bonus proporzionale al periodo cui la bolletta medesima fa riferimento. Per i clienti indiretti: l’erogazione avviene attraverso l’emissione di un bonifico domiciliato erogato in un’unica soluzione. Il bonifico domiciliato è un sistema di pagamento per cui il titolare del bonus, a seguito dell’accettazione della domanda di bonus, recandosi presso un ufficio postale con il documento di identità e il codice fiscale ritira la somma di denaro cui ha diritto.

Per richiedere il bonus è sufficiente compilare l’apposita modulistica e consegnarla agli uffici del Comune: bonus energia oppure bonus gas.


© RIPRODUZIONE RISERVATA