Giulia Gabrieli, morta a 14 anni Si apre la causa di beatificazione
Giulia Gabrieli

Giulia Gabrieli, morta a 14 anni
Si apre la causa di beatificazione

Domenica 7 aprile sarà proclamata Serva di Dio. Il ricordo della mamma e del papà: «Tristi perché non c’è più? No, felici perché c’è stata».

Domenica 7 aprile alle 20,30 al Santuario della Madonna dei campi di Stezzano il vescovo Francesco Beschi aprirà la causa di beatificazione della quattordicenne Giulia Gabrieli, morta per un sarcoma il 19 agosto 2011. Giulia è partita al termine della Via Crucis dei giovani alla Gmg, lei che aveva colto ogni occasione per parlare ai ragazzi come lei. Mamma Sara e papà Antonio l’hanno vissuto come un compimento. Di un percorso breve, corso a 300 all’ora, ma pieno di senso. Mai chiuso nella malattia, sempre aperto agli incontri, alla speranza data e ricevuta come un carburante rigenerato dall’amicizia. «Ora – dicono – viviamo nella pienezza di ciò che ci è stato dato e non nella tristezza di ciò che ci è stato tolto». Don Mattia Tomasoni, vice postulatore della causa di beatificazione, racconta come Giulia abbia vissuto «la malattia affidandosi a Dio Padre» mentre i medici che l’hanno curata la ricordano come «un esempio di coraggio e umanità».


Leggi la testimonianza di vita e fede di Giulia Gabrieli acquistando a 0.99 euro la copia digitale de L’Eco di Bergamo del 6 aprile 2019.

© RIPRODUZIONE RISERVATA