Giuliano, 2.375 ore lavorate nel 2019 È il secondo in Italia, premiato
Giuliano Bertolazzi

Giuliano, 2.375 ore lavorate nel 2019
È il secondo in Italia, premiato

Giuliano Bertolazzi si è aggiudicato premio «Cassa Edile Awards», ha lavorato una media di oltre sei ore per ognuno dei 365 giorni dell’anno.

Giuliano Bertolazzi - classe 1975 di Brembate - è tra i primi tre lavoratori italiani con il maggior numero di ore lavorate denunciate alla Cassa Edile nel 2019: ben 2.375. Si è aggiudicato la piazza d’onore staccato di una sola ora dal gradino più alto.

La premiazione di Cassa Edile Awards, il premio che il sistema delle Casse edili riconosce annualmente alle imprese, lavoratori e consulenti ambasciatori di valori positivi per il sistema bilaterale delle Costruzioni, si è tenuta ieri a Bologna, nell’ambito di “SAIE Riparti Italia”, la fiera delle costruzioni.

L’evento, alla seconda edizione, vuole contribuire al consolidamento etico del settore valorizzando le storie di imprese che operano lealmente e nel rispetto delle regole e l’impegno dei lavoratori.

Giuliano Bertolazzi, iscritto alla Cassa Edile di Bergamo, è dipendente dell’impresa Bergamelli srl con sede a Nembro. «Sono molto emozionato e contento – ha commentato – è un bel premio all’impegno quotidiano nel mio lavoro che mi ha sempre appassionato e ringrazio la mia impresa che mi ha consentito di raggiungere questo risultato».

Ai complimenti si unisce Paolo Cividini, presidente di Cassa Edile Bergamo: «Si tratta – dichiara - di un importante riconoscimento che celebra l’impegno giornaliero di questo lavoratore, che può essere considerato un simbolo positivo della laboriosità del settore edile bergamasco». E congratulazioni arrivano anche dal vicepresidente di Cassa Edile Giuseppe Mancin: «E’ un bel segnale rispetto al lavoro regolare, alla motivazione e alla dedizione al lavoro che contraddistingue il nostro territorio».

Proprio il territorio orobico, secondo gli ultimi dati di Cassa Edile Bergamo, sta in questi mesi faticosamente recuperando il tempo perso durante il lockdown. I primi segnali di ripresa si erano già registrati a giugno e luglio con una crescita, sull’analogo periodo dell’anno scorso, di 1,8% e 4,1% della massa salari e di 0,9% e 3,7% delle ore lavorate. Ad agosto il trend si è confermato decisamente positivo con un aumento a due cifre, facendo segnare rispettivamente + 12,7% e + 13,2%. rispetto al mese di agosto del 2019. Si mantiene costante il numero di imprese e lavoratori: rispettivamente 900 e 7.500.


© RIPRODUZIONE RISERVATA