Gruppo di runner parcheggia alla Fara ma dopo la corsa trova 12 auto rigate
Una delle auto rigate

Gruppo di runner parcheggia alla Fara
ma dopo la corsa trova 12 auto rigate

L’abitudine di alzarsi presto la mattina e incontrarsi – nel rispetto delle norme anticovid – per fare jogging è sfociata in una spiacevole sorpresa, martedì mattina, per una dozzina di appassionati di corsa.

Tornati alle loro auto regolarmente posteggiate nei parcheggi blu lungo via alla Fara, hanno trovato tutte le carrozzerie rigate. E sono stati così costretti a chiamare la polizia.

Le vetture – dodici in tutto – erano state parcheggiate attorno alle 5,45: da lì i partecipanti alla corsa mattutina si erano poi spostati per svolgere l’attività fisica. Al ritorno la brutta sorpresa. «E non è la prima volta che succede alla Fara – racconta una runner –: noi ci troviamo ogni martedì mattina, poco prima delle 6, per correre e fare ginnastica per circa un’ora assieme, a distanza. E lo facciamo in posti sempre diversi. L’obiettivo è quello di vivere il nostro territorio».

Resta da capire chi sia il vandalo che ha rigato tutte le vetture, tra l’altro in maniera netta e danneggiando tutto il lato di ciascuna automobile in sosta. «La cattiveria, l’invidia e l’inciviltà della gente non hanno limiti – aggiunge amareggiata la runner – alla Fara non ci andremo più, è stato un episodio davvero molto spiacevole». Ora saranno visionate le telecamere per risalire agli autori, o all’autore, del raid. Intanto i runners, che ieri hanno formalizzato la denuncia per danneggiamento, scriveranno al sindaco Giorgio Gori e al prefetto Enrico Ricci.


© RIPRODUZIONE RISERVATA