I 500 giovani bergamaschi dal Papa
«Ragazzi, fate grandi sogni» - Fotogallery

L’incontro al Circo Massimo con il Papa e altri 70 mila giovani. Le tappe del pellegrinaggio con il vescovo.

I 500 giovani bergamaschi dal Papa     «Ragazzi, fate grandi sogni» - Fotogallery

Sognare senza aver paura del rischio, amare senza riserve, dare testimonianza della propria fede: sono questi i temi cruciali del discorso rivolto da Papa Francesco ieri sera ai giovani italiani, al termine dell’intensissimo incontro e della veglia di preghiera al Circo Massimo, a cui hanno partecipato anche i 300 giovani pellegrini bergamaschi giunti venerdì a Roma.

«Non accontentatevi del passo prudente di chi si accoda in fondo alla fila. Ci vuole il coraggio di rischiare un salto in avanti, un balzo audace e temerario per sognare e realizzare come Gesù il Regno di Dio, e impegnarvi per un’umanità più fraterna. Abbiamo bisogno di fratellanza. Rischiate, andate avanti – ha detto il Pontefice –. La Chiesa ha bisogno del vostro slancio, delle vostre intuizioni, della vostra fede». E poi ha aggiunto un riferimento particolare ai cammini che i giovani presenti hanno intrapreso, su suo invito, per arrivare a Roma, proprio come il cammino dei bergamaschi sulle orme di San Tommaso: «Camminando insieme, in questi giorni, avete sperimentato quanto costa fatica accogliere il fratello o la sorella che mi sta accanto, ma anche quanta gioia può darmi la sua presenza, se la ricevo nella mia vita senza pregiudizi e chiusure».

Cinquecento magliette verdi nei settori centrali del Circo Massimo: erano quelle dei 300 pellegrini bergamaschi a cui, per le ultime giornate a Roma, si sono aggiunti altri 200 giovani orobici, provenienti da 30 parrocchie della diocesi di Bergamo. Accanto a loro per la veglia, c’erano oltre 70 mila ragazzi e ragazze giunti da tutta Italia (195 diocesi su 226), in questo evento pre-Sinodo «Per mille strade, verso Roma» voluto dalla Cei.

Ecco una fotogallery di alcuni dei momenti più belli del pellegrinaggio verso Roma con il vescovo di Bergamo Francesco Beschi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA