«I soldi che Anas incassa dai pedaggi rimangano sul nostro territorio»
Anas ricava dai pedaggi autostradali, solo in Lombardia, qualcosa come 120 milioni di euro all’anno. Soldi che dovrebbero rimanere sul territorio, secondo l’assessore regionale Alessandro Sorte, la cui proposta è stata condivisa dai parlamentari bergamaschi

«I soldi che Anas incassa dai pedaggi
rimangano sul nostro territorio»

La proposta dell’assessore regionale Alessandro Sorte: «Si tratta di 120 milioni in meno di un anno, e non si capisce dove vadano a finire». Con quella cifra, sostiene l’assessore, potremmo asfaltare tutte le nostre strade

Ma dove vanno a finire i soldi che l’Anas incassa dai pedaggi autostradali in Lombardia? A chiederselo è l’assessore regionale Alessandro Sorte. Che ha scoperto che non si tratta di briciole: in meno di un anno dai pedaggi in Lombardia Anas ha intascato 120 milioni di euro (20 milioni solo dai pedaggi della Bergamasca). «Con quei soldi potremmo asfaltare tutte le nostre strade», spiega Sorte, che rilancia: «Rimangano sul territorio».

La questione è di stretta attualità, perché proprio in queste settimane Regione e Anas stanno acquisendo migliaia di chilometri di strade di competenza provinciale in tutta la regione (solo nella Bergamasca si tratta di 320 chilometri). «Questi soldi – sostiene ancora Sorte – non è ben chiaro dove vadano a finire. Ora che la Regione sta iniziando a farsi carico di un vasta rete di strade che le Province per mancanza di fondi non possono più manutentare, mi sembra logico chiedere che se non tutti, almeno una parte, rimangano in Lombardia».

La proposta di Sorte ha raccolto la convinta adesione di parlamentari bergamaschi di un po’ tutti gli schieramenti, dalla Lega, al Pd e naturalmente da Forza Italia.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 27 aprile

© RIPRODUZIONE RISERVATA