Il 2 Giugno in piazza della Libertà Novità per la Festa della Repubblica

Il 2 Giugno in piazza della Libertà
Novità per la Festa della Repubblica

La cerimonia della Festa della Repubblica prenderà il via alle 10: nell’occasione saranno consegnate le onorificenze «al merito della Repubblica italiana», delle «Medaglie della Liberazione» e delle «Medaglie d’Onore».

I 72 anni della Repubblica, i 18 anni di chi si affaccia alla piena cittadinanza. Corre su questo filo la celebrazione della Festa della Repubblica del 2 Giugno a Bergamo. Con una novità, lo scenario: quest’anno la cerimonia ufficiale si terrà in piazza della Libertà e non in piazza Vittorio Veneto (o in Piazza Vecchia). Una scelta anche simbolica, visto che Palazzo della Libertà diventerà in futuro la nuova «casa» della Prefettura (e la prefettura è l’istituzione più rappresentativa del 2 Giugno), e anche parzialmente logistica, considerato che oggi alle 10 in piazza Vittorio Veneto si inaugura il «Villaggio nerazzurro».

La cerimonia della Festa della Repubblica prenderà il via alle 10: alla presenza delle forze armate e di polizia e delle autorità, si procederà all’alzabandiera e all’esecuzione dell’inno nazionale; nell’occasione saranno consegnate le onorificenze «al merito della Repubblica italiana», delle «Medaglie della Liberazione» e delle «Medaglie d’Onore». Dalle 14,30 alle 17,30, Palazzo Frizzoni aprirà le porte con visite guidate a cura degli studenti del liceo Falcone, con interventi musicali del «Secco Suardo»; alle 16 aprirà invece la Torre dei Caduti.

Il Polaresco guarda invece ai più giovani. Dalle 18 si terrà «#diciotto», la festa per i residenti in città che nel corso di quest’anno diventano maggiorenni: al Polaresco ci saranno stand informativi e interverranno le istituzioni cittadine, che consegneranno ai nuovi 18enni una copia della Costituzione, dello statuto comunale e la tessera elettorale. I primi cento ragazzi che giungeranno in bici al Polaresco riceveranno in regalo un abbonamento a «BiGi», il servizio di bike sharing di Atb.

© RIPRODUZIONE RISERVATA