Il lettore smaschera la falsa bolletta Altro che Enel: arriva da un sito russo
La falsa bolletta dell'Enel

Il lettore smaschera la falsa bolletta
Altro che Enel: arriva da un sito russo

Le continue segnalazioni di truffe online hanno messo sul chi vive anche i nostri lettori. Uno di loro ha smascherato una falsa email di Enel.

«Segnalo - ci scrive Claudio - questa mail, ricevuta oggi, evidentemente truffaldina». Con un occhio attento è facile riconoscere il falso dal vero, e il consiglio è sempre quello di farlo prima di cliccare su eventuali link presenti nel corpo delle email, link che potrebbero portare a siti simili a quello del vero gestore del servizio ma che in realtà nascondono trappole pericolose, come virus o trojan.

Basta osservare alcuni dettagli, precisa Claudio. Prima di tutto l’indirizzo di partenza del messaggio di posta elettronica: un indirizzo come kubra@halay.gen.tr non corrisponde certo a un mittente di una società come (nel caso specifico) il gestore Enel.

La cifra della bolletta

La cifra della bolletta

Un altro campanello d’allarme per il nostro lettore è stata la cifra spropositata della finta bolletta: «atta a spaventare - dice Claudio - e a indurre alla verifica». In questi casi è sempre meglio non agire d’impulso.

Infine Claudio ha notato un altro dettaglio fuori posto, il codice fiscale. Un codice come XBJPN30166ZI non corrisponde agli standard. Quasi tutti ricordano a memoria il proprio, altrimenti basta confrontarlo con quello presente per esempio sulle tessera sanitaria per capire che si tratta di un imbroglio.

Tanti errori nel testo devono insospettire

Tanti errori nel testo devono insospettire

Molto spesso le email truffaldine sono riconoscibili anche per la presenza di vistosi errori di sintassi o di scrittura: in questa per esempio si notano «sar`a addebitato nel giorno esatto della scadenza su conto corrente presso: 4857422810», oppure «potr`a comunicare i dati personali ad altre societ`a del Gruppo»

Abbiamo cliccato sul link proposto nell’email per una verifica ulteriore dove è scritto «Clicca qui per scaricare». A sorpresa ci siamo trovati su un sito simile a quello di Enel, ma guardando in alto, nella barra degli indirizzi del browser, abbiamo notato che ci trovavamo su gosrobot.ru . Un sito russo. Siamo subito fuggiti....


© RIPRODUZIONE RISERVATA